Martedì 23 Aprile 2024

La pirateria libraria sottrae 705 milioni di euro l'anno

Indagine Ipsos per Aie, vale oltre un quarto dell'intero mercato

La pirateria libraria sottrae 705 milioni di euro l'anno

La pirateria libraria sottrae 705 milioni di euro l'anno

La pirateria nel mondo del libro sottrae agli editori 705 milioni di euro di vendite l'anno: più di un quarto del valore complessivo del mercato (il 28%, calcolato al netto di editoria scolastica ed export). Gli atti di pirateria stimati in un anno sono 108,4 milioni, quasi 300mila ogni giorno, in calo dell'8% rispetto al 2021. È quanto emerge dalla terza analisi dell'istituto di ricerca Ipsos per l'Associazione Italiana Editori sulla pirateria nel mondo del libro, presentata oggi nell'incontro de Gli Editori, l'accordo di consultazione tra Aie e la Federazione Italiana Editori Giornali, al Ministero della Cultura a Roma L'indagine, presentata dal presidente di Ipsos Nando Pagnoncelli, rileva inoltre che pirata libri a stampa, digitali e banche dati il 31% della popolazione sopra i 15 anni, il 78% degli studenti universitari, il 49% dei professionisti (commercialisti, medici, avvocati, notai, architetti, geometri, ingegneri, consulenti del lavoro). La conseguenza è una perdita di posti di lavoro per il settore editoriale pari a 4.900 unità, che diventano 12.000 conteggiando anche l'indotto. In termini economici, la perdita per il sistema Paese è di 1,75 miliardi di euro, con 298 milioni di mancate entrate per il fisco. All'incontro - moderato dal direttore dell'ANSA Luigi Contu, a cui hanno partecipato i presidenti di Aie e di Fieg, Innocenzo Cipolletta e Andrea Riffeser Monti, con le conclusioni del presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera, Federico Mollicone - è emersa anche la scarsa consapevolezza nell'opinione pubblica della gravità della pirateria e delle possibili conseguenze. La percentuale di chi si dice a conoscenza dell'illiceità/illegalità della pirateria è pari nel 2023 al 79% (84% nel 2019). Il 70% del campione intervistato ritiene poco probabile essere scoperti e puniti. Sono intervenuti Benedetta Alessia Liberatore, direttore della Direzione per i Servizi Digitali dell'Agcom, Gaetano Cutarelli, comandante del Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza, Salvatore Sica, presidente Comitato Consultivo Permanente per il Diritto d'Autore, Mauro Tosca, responsabile antipirateria Aie e la scrittrice e psicoterapeuta Stefania Andreoli.