La Commissione Ue sblocca 10 miliardi per Budapest

'L'Ungheria potrà chiedere primi rimborsi dei fondi di coesione'

La Commissione europea ha deciso di sbloccare i 10,2 miliardi di euro dei fondi strutturali per l'Ungheria bloccati a causa del mancato rispetto delle norme sullo Stato di diritto. Lo annuncia lo stesso esecutivo comunitario in una nota. "Dopo una valutazione approfondita e diversi scambi con il governo ungherese, la Commissione ritiene che l'Ungheria abbia adottato le misure che si era impegnata ad adottare", scrive Bruxelles, indicando che ora Budapest potrà "iniziare a richiedere i rimborsi" dei fondi di coesione "fino a circa 10,2 miliardi di euro". Restano congelati invece altri 21 miliardi, comprese le rate del Pnrr.