Juventus, Allegri soddisfatto della prestazione e della vittoria

La Juventus torna a battere la Fiorentina dopo 5 anni e si conferma seconda forza del campionato. La vittoria per 1-0 porta la firma del giovane Miretti. Allegri soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi.

Juventus: Allegri, 'soddisfatto di prestazione e vittoria'
Juventus: Allegri, 'soddisfatto di prestazione e vittoria'
Dopo cinque anni, la Juventus ha riportato a casa la vittoria contro la Fiorentina all'Artemio Franchi di Firenze, confermandosi come la seconda forza del campionato, a soli due punti dall'Inter. La squadra bianconera ha lasciato ai viola di fare la partita, ripartendo in contropiede e cercando di sfruttare gli errori della fase difensiva gigliata. La vittoria per 1-0 è stata firmata dal giovane Miretti, al suo primo gol in Serie A: "Sono contento perché l'ho ricercato per molto tempo e finalmente è arrivato. Ma la cosa più importante è aver portato i tre punti a casa" - ha detto il giocatore della Juventus -. "Adesso spero che ne arrivino altri. Come ho detto altre volte, non cercavo questo gol, ma cerco una certa continuità, quindi spero che in futuro ne arrivino altri". Massimiliano Allegri, che alla vigilia aveva previsto in qualche modo il gol di Minetti, è soddisfatto della vittoria della sua Juventus a Firenze: "I tre punti, poi la prestazione dei ragazzi che l'hanno cercata, voluta, contro una Fiorentina contro cui è sempre difficile giocare. Non era semplice, abbiamo fatto gol in una bella azione. Abbiamo sofferto più nel primo tempo, dove abbiamo avuto due o tre situazioni a campo aperto. Avevamo spazi soprattutto saltata la prima pressione". Per quanto riguarda lo Scudetto, Allegri ha detto: "Bisogna sempre guardare avanti, ma non deve essere frainteso sullo Scudetto. Inter, Milan e Napoli sono più attrezzate di noi, noi abbiamo tanti giovani, c'è un buono spirito. Le partite si vincono attraverso la sofferenza, attraverso una buona fase difensiva". Poi, sulla gara del Franchi: "La Fiorentina ti porta a fare un lavoro del genere. Nel secondo tempo potevamo gestire meglio la palla, loro ti invogliano poi a chiudere l'azione" - ha concluso Allegri -. "Non bisogna spaccare le partite perché poi può succedere di tutto. Abbiamo rischiato con loro, poi Rugani ha fatto un intervento straordinario".