Mercoledì 17 Luglio 2024

Ivass, torna in calo il costo dell'Rc auto

Signorini: 'A maggio il premio medio è 400 euro, meno del 2019'

Ivass, torna in calo il costo dell'Rc auto

Ivass, torna in calo il costo dell'Rc auto

Dopo dieci anni di cali, dalla seconda metà del 2022 l'inflazione ha spinto verso l'alto i premi della Rc auto e "alla fine del 2023 i prezzi delle polizze erano cresciuti del 7,9% rispetto a un anno prima. La crescita è proseguita nei primi mesi del 2024, ma sta ora rallentando. A maggio il premio medio è stato pari a 400 euro, un valore che resta, seppure di poco, inferiore a quello dell'anno pre pandemia. Ci attendiamo che la tendenza al rallentamento prosegua nei prossimi mesi": lo ha detto il presidente dell'Ivass, Luigi Federico Signorini, presentando la relazione annuale dell'autorità per le assicurazioni. Signorini ha spiegato la raccolta nel ramo danni del settore assicurativo è aumentata per il terzo anno consecutivo (6,6%), raggiungendo i 38 miliardi di euro. Crescono le coperture per i rischi diversi dall'Rc auto. Tra il 2014 e il 2023 l'incidenza dei comparti salute (malattia e infortuni) e property (incendio ed elementi naturali, nonché altri danni ai beni) è salita dal 32 al 40%, un valore ormai prossimo a quello del comparto auto (42%).