Istat, protesti in calo in tutta Italia, crescono nel Nordovest

da -18,8% nel Sud a -1,7% nel Centro

Nel 2022 il calo dei protesti ha interessato tutto il Paese, con variazioni rispetto al 2021 che oscillano da -18,8% nel Sud a -1,7% nel Centro; fa eccezione il Nord-ovest che segna un aumento del 4,2%. E' quanto risulta dai dati dell'Istat. Il calo si osserva in quasi tutte le regioni con differenze accentuate: da -31,3% in Calabria a -1,8% in Liguria. Soltanto Lombardia e Lazio hanno variazioni positive (rispettivamente +8,1% e +5,7%). Rispetto al 2021 diminuiscono soprattutto i protesti associati alle imprese (-22,0% contro -3,5% dei protesti associati alle persone). Il calo riguarda esclusivamente le cambiali per entrambi i soggetti (rispettivamente -27,8% e -5,8%). Gli assegni, invece, aumentano in entrambi i casi, con variazioni più consistenti per quelli associati alle persone (+40,1% contro +17,6).