Ciaran flagella la Toscana, cinque morti e dispersi

Mattarella chiama Giani. Meloni, 5 milioni per le urgenze

Ciaran flagella la Toscana, cinque morti e dispersi
Ciaran flagella la Toscana, cinque morti e dispersi

La furia di Ciaran si abbatte sulla Toscana causando la morte di cinque persone. Sott'acqua Campi Bisenzio e Prato, i comuni più colpiti. Si cercano anche dei dispersi. Oltre 40mila le persone senza luce, mille gli interventi e l'allerta non è finita: "Chiedo ai pratesi di uscire di casa solo per questioni importanti", ha detto il sindaco di Prato Matteo Biffoni. A non dare tregua anche il forte vento. A Livorno per una mareggiata è stata abbattuta la statua della Ballerina, allagata anche la passeggiata di Viareggio mentre a Lucca il Serchio è monitorato. La drammatica situazione del maltempo è stata al centro di una telefonata del presidente Sergio Mattarella al governatore della Toscana Giani. Il consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza. "Sono stati stanziati 5 milioni", ha detto la premier Meloni.