Tech

Sono davvero spettacolari le immagini pubblicate dalla Nasa, che mostra gli scatti della sonda Curiosity sul suolo di Marte. Le foto, in altissima risoluzione, sono poi state montate insieme come un 'panorama' permettendoci di dare un'occhiata al vero aspetto del 'pianeta rosso'.
Uno spettacolo suggestivo che ricorda le più amate saghe di fantascienza, e l'ultima frontiera dell'esplorazione umana. Le 70 foto sono state scattate dalla telecamera 'Mast' montata sul rover (questo il nome tecnico della sonda) il 13 agosto dell'anno scorso, ovvero il giorno 1,785 della missione Curiosity.
Nelle immagini si vedono dettagli di rocce sedimentarie che formano la "Vera Rubin Ridge", una peculiare formazione topografica situata alle pendici del monte Sharp. Le rocce in questione sono caratterizzate dalla presenza di minerali come ematite e ossido di ferro. La stratificazione orizzontale delle rocce nella parte bassa, con strati spessi decine di centimetri, sono particolarmente interessanti. Gli scienziati della missione spaziale stanno utilizzando queste immagini per capire come i sedimenti di roccia e detriti si siano accumulati. Nel caso in cui si determinasse che, come accade sulla terra, i sedimenti siano stati depositati dall'acqua, si confermerebbe l'esistenza di molecole allo stato liquido sul pianeta, il che avvalora la tesi della vita su Marte. Il ritrovamento di vene di materiale bianco all'interno delle rocce (probabilmente solfato di calcio) ha ulteriormente suffragato questa ipotesi.  Questi solchi sarebbero una traccia del flusso nel tempo di un qualche liquido.
Le immagini sono state ovviamente ritoccate per fare in modo che i colori delle rocce siano simili a come apparirebbero durante il giorno all'interno dell'atmosfera terrestre.

Sport Tech Benessere Moda Magazine