WhatsApp supera i due miliardi di utenti (Ansa)
WhatsApp supera i due miliardi di utenti (Ansa)

New York, 12 febbraio 2020 - Nuovo record per WhatsApp: l'app di messaggistica istantanea che dal 2014 è stata acquistata da Facebook, ha infatto superato i due miliardi di utenti. Numeri impressionanti ma in ogni caso WhatsApp ha meno utenti di Facebook che ne contra oltre 2.5 miliardi. Però proprio in questi giorni bisogna stare attenti a quello che è già stato ribatezzato il 'virus di San Valentino', l'ennesima truffa che circola sulla piattaforma più utilizzata al mondo  e che mette a rischio privacy e soldi.

Il nuovo record

Cominciamo dai numeri. Come abbiamo detto sono stati superati i due miliardi di utenti nel mondo. Una crescita inarrestabile se pensiamo che solotanto due anni fa erano 'solo' 1.5 miliardi. Comunicabndo il record WhatsApp ha anche ribadito e difeso la scelta di proteggere i messaggi con la crittografia end-to-end. "Oggi confermiamo l'impegno preso all'inizio di aiutare a comunicare privatamente in tutto il mondo e proteggere la comunicazione personale di due miliardi di utenti a livello globale', ha scritto l'azienda di Mark Zuckerberg in un comunicato, spiegando che "la crittografia forte è una necessità nella vita moderna" per proteggersi da hacker e criminali.

Il 'virus di San Valentino'

E che le minacce siano sempre dietro l'angolo lo dimostra anche il 'virus di San Valentino'. Di cosa si tratta? In pratica è un messaggio-truffa che porta con sè il rischio di perdere dai sensibili oltre al possibile azzeramento del credito residuo. Il meccanismo è semplice.  Sul telefonino ci arriva un messaggio da un numero sconosciuto che contiene un codice di 6 cifre. La richiesta è quella di inviare questo codice attraverso un sms. Se caediamo nel tranello e inviamo il messaggio si pare la possibilità di accedere al nostro account personale, in ultima analisi ai nostri dati sensibili. La conseguenza infatti è l'accesso dello sconosciuto a tutte le chat, gli archivi e il profilo, con la possibilità stessa di eliminare l'account.

Le catene di Sant'Antonio

Bisogna satre attenti in questi giorni che precededobno feste come appunto quella di San Valentino sono le classiche catene di Sant’Antonio in cui i messaggi inviati contengono link che rimandano a pagine infette. Messaggi che contengono magari falsi auguri o altro. Cliccando rischiamo ad esempio di sottoscrivere esosi abbonamenti a servizi inutili.

Cosa bisogna fare

Il consiglio è sempre lo stesso che vale in linea generale. Ogni volta che arriva un messaggio da un numero sconosciuto contenente codici o link di rinvio è sempre bene evitare di rispondere o di cliccare sui link. Molto spesso, infatti, si nascondono truffe o virus che potrebbero compromettere il funzionamento di applicazioni o dispositivi tecnologici.