Sul primo arrivo in salita, il Picon Blanco, la Vuelta cambia subito volto: a vincere la terza tappa è l’estone Rein Taaramae, che stacca i compagni di una fuga iniziata in partenza e a 34 anni si regala la maglia di leader, oltre al secondo centro in Spagna a un decennio dal primo. A 1’48’’ il gruppetto con Roglic, costretto a cedere il primato, Bernal e Ciccone, decimo, bene anche Aru, tredicesimo a 1’55’’, mentre appare già in difficoltà il campione olimpico Carapaz, che cede un minuto ai rivali di classifica. Oggi la quarta frazione chiama ancora i velocisti, con il previsto duello fra il belga Philipsen, vincitore d’autorità a Ferragosto, e l’olandese Jakobsen, al rientro in un grande giro dopo la caduta in Polonia di un anno fa. In Francia scatta il Tour du Limousine, quattro tappe alle quale prendono parte le principali formazioni Professional europee con le nostre Bardiani Csf (Visconti e Battaglin), Eolo (Albanese) e Vini Zabù.