Vuelta a sorpresa dopo il riposo: la fuga di una trentina di uomini (con Trentin e Bagioli) premia l’australiano Michael Storer (nella foto), che a Rincon de la Victoria conquista la seconda tappa in quattro giorni, ma soprattutto il norvegese Odd Christian Eiking, 26 anni, che balza al comando della corsa. Nel finale, sulla salita tosta che interrompe il viaggio lungo il mare, Roglic nel tentativo di difendere il primato stacca i diretti rivali di classifica, ma il margine che accumula su Mas, Lopez e Haig lo perde tutto con uno scivolone in discesa ("Non c’è gloria senza rischio", commenterà). In classifica Eiking ha 58’’ sul francese Martin e 2’17’’ su Roglic, con Mas a 2’45’’ e Lopez a 3’38’’. Perde mezzo minuto Bernal, arrivato con Aru e ora a 4’46’’, a oltre un minuto Ciccone, adesso undicesimo a 6’10’’. In Francia, nella prima tappa del Tour Poitou Charentes, arriva la quarta vittoria stagionale di Elia Viviani sul compagno Consonni, oro a Tokyo nel quartetto.