Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
29 gen 2022

Vlahovic senza limiti, è sua la 7 "Juve, ti renderò orgogliosa"

Folla di tifosi per l’attaccante che però rischia la denuncia per violazione dell’isolamento. Il Tottenham su Kulusevski

29 gen 2022
paolo grilli
Sport
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026
Dusan Vlahovic con la maglia bianconera: l’attaccante serbo che ha compiuto ieri 22 anni è costato 90 milioni complessivi e ne guadagnerà 7 netti a stagione fino al 2026

di Paolo Grilli "Un onore aver avuto Ronaldo, ma la Juve viene prima di tutto". Così il presidente Andrea Agnelli si rivolgeva agli azionisti della Signora tre mesi fa, ed è difficile che il suo pensiero sia cambiato, nonostante l’aumento di capitale da 400 milioni sia un rattoppo a tripla cucitura dopo il rosso-choc in bilancio di 209 milioni. Così, anche nel giorno dell’approdo in bianconero di chi studia da CR7 e subito si prende la sua maglia, Dusan Vlahovic – che rischia una denuncia per aver violato l’isolamento prima dei sette giorni previsti dopo la positività al Covid di venerdì scorso, un’interrogazione di Torselli (Fdi) è stata presentata al Consiglio Regionale della Toscana – sullo sfondo e oltre il comprensibile entusiasmo rimangono i conti da far quadrare. Un rebus multiplo per il club, zavorrato ancora da costi “pre Covid“. Tra stipendi lordi e ammortamenti, per i calciatori la Juventus spende ancora 312 milioni a stagione, i due terzi del fatturato. E il bomber serbo festeggiato ieri da star alla Continassa peserà per 150 milioni complessivi sulle casse nei prossimi cinque anni. "La Juve è immortale, c’è sempre fino all’ultimo – ha detto – è orgoglio, la tradizione, la famiglia. Voglio renderla orgogliosa". Ma ora serve anche sforbiciare. E la partita si gioca in attacco: perché è assai difficile cedere ora chi non ha reso secondo le attese in mediana (Ramsey, Rabiot), mentre è più agevole scuotere il mercato con i colleghi di reparto di Dusan. Ovvio che il perno di tutte le trattative sia Dybala. Se non si concretizzerà il rinnovo a febbraio, Paulo potrebbe partire a giugno, destinazione City. E sarebbe una svolta totale per il progetto tecnico della Juve. Ma per avere cash nell’immediato, il giocatore che potrebbe lasciare ora Torino è Kulusevski. Subito tramontata l’ipotesi Milan per lo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?