di Riccardo Galli

Un’altra mail e un’altra montagna di euro. Ma la risposta è stata ancora una volta la stessa. Un grazie, un sincero apprezzamento per lo sforzo economico, ma niente firma. Irremovibile il manager e irremovibile anche Vlahovic. E così il presidente della Fiorentina, Commisso ha preso atto e ha deciso di chiudere la questione. "La nostra offerta – si legge sul sito ufficiale del club – era stata migliorata in più occasioni per venire incontro sia alle richieste di Dusan che del suo entourage, ma nonostante i nostri sforzi, la proposta di rinnovo non è stata accetata". Punto. Stop. "A me e alla Fiorentina – continua Commisso – non resta altro che prendere atto della volontà del calciatore e del suo entourage e di conseguenza individuare nel breve soluzioni fattibili". Su Dusan spingono Manchester City e Juventus. Traduzione: la Fiorentina è pronta a voltare pagina. Da subito. La Fiorentina ha offerto a Vlahovic questo contratto: accordo fino al 2025, ingaggio di 4 milioni per la prima stagione e 4 più 1 (5 milioni) per le altre tre. Le commissioni? Tre i milioni per l’agente. Uno sforzo enorme al quale Dusan e il manager avrebbero risposto con un ennesimo rialzo: 5 milioni per il primo e 6 per le altre tre stagioni. Le commissioni? Cinque milioni con una percentuale del 10 per cento sul prezzo dell’eventuale vendita.