Lewis Hamilton, 36 anni, secondo ieri. E oggi sarà costretto così ancora a inseguire
Lewis Hamilton, 36 anni, secondo ieri. E oggi sarà costretto così ancora a inseguire
di Leo Turrini Corta o lunga che sia, per il Max Verstappen del 2021 non fa differenza. L’Olandese Volante si assicura subito un posto nella piccola Storia della Formula Uno: è lui il primo pilota ad aggiudicarsi la pole di un Gran Premio non tramite giro secco ma imponendosi nella Sprint Race, una gara di appena cento chilometri. Ieri davanti allo scatenato pubblico di Silverstone scattava davanti a tutti Lewis Hamilton. L’atmosfera era, sulla carta, favorevole al riscatto del sette volte iridato,...

di Leo Turrini

Corta o lunga che sia, per il Max Verstappen del 2021 non fa differenza. L’Olandese Volante si assicura subito un posto nella piccola Storia della Formula Uno: è lui il primo pilota ad aggiudicarsi la pole di un Gran Premio non tramite giro secco ma imponendosi nella Sprint Race, una gara di appena cento chilometri.

Ieri davanti allo scatenato pubblico di Silverstone scattava davanti a tutti Lewis Hamilton. L’atmosfera era, sulla carta, favorevole al riscatto del sette volte iridato, reduce da una sequenza di sconfitte. Ma non è aria, a quanto pare...

Per farla breve. Max Verstappen ha bruciato allo Start il campione del mondo e di lì in poi ha controllato l’avversario...nello specchietto retrovisore.

Ad un certo punto un Hamilton immalinconito si è rivolto via radio agli ingegneri della Mercedes. La sua era una supplica: non potreste darmi un po’ più di potenza al motore, please?

Non potevano.

I punti. Con una Red Bull resa imprendibile dal motore Honda (e naturalmente dal suo talento di guida), Verstappen ha celebrato la Mini vittoria portando da 32 a 33 punti il margine di vantaggio su Hamilton.

Il podio della Sprint Race è stato completato dall’altra Mercedes, quella del finlandese Bottas.

Che Leclerc. E la Ferrari, direte voi? Non male, almeno nella versione incarnata da Leclerc.

Carletto partiva quarto e quarto è arrivato. Di più non poteva fare, ma si tratta di un risultato positivo. Incoraggiante anche in funzione della gara: oggi il monegasco partirà dalla seconda fila.

Meno bene sono andate le cose a Carlitos Sainz, incappato anche in una carambola con la Williams di Russell.

Lo spagnolo oggi sarà chiamato ad una gara in rimonta.

L’idea. Quanto al giudizio sulla Sprint Race, che verrà riproposta anche nel sabato di Monza, rimane sospeso. Lo spettacolo non è stato male, ma togliere la pole sul giro secco dispiace e non solo ai puristi, non solo ai malati di nostalgia per le imprese da cuore in gola di personaggi come Ayrton Senna, Nigel Mansell, Michael Schumacher...

La gara. Detto tutto questo, il Gran Premio si corre oggi, a scanso di equivoci. Verstappen ovviamente è favoritissimo, ma sulla distanza la Mercedes avrà più carte da giocare. Da tener presente anche la difficoltà della seconda Red Bull: il messicano Perez è atteso da una gara tutta in salita, sarà ultimo in griglia dopo la paurosa uscita sulla ghiaia a bordo pista.

Outsider a sorpresa Fernando Alonso, ieri magnifico, oggi in quarta fila.

Buona domenica.

In tv. Il Gp di Gran Bretagna si corre oggi alle 16, con diretta su Sky.