Ancora non è stata assegnata la prima vittoria del 2021 e già si parla del mercato piloti per il 2022. Forse è solo un petardo. Oppure si tratta di una bomba vera e propria. In breve: Zak Brown, il manager che sta riportando in alto la McLaren, ha detto di aspettarsi una rivoluzione in casa Mercedes. "Penso che tra un anno Toto Wolff rinnoverà completamente la squadra -ha detto Brown - A guidare la Freccia Nera saranno Max Verstappen e George...

Ancora non è stata assegnata la prima vittoria del 2021 e già si parla del mercato piloti per il 2022.

Forse è solo un petardo. Oppure si tratta di una bomba vera e propria. In breve: Zak Brown, il manager che sta riportando in alto la McLaren, ha detto di aspettarsi una rivoluzione in casa Mercedes.

"Penso che tra un anno Toto Wolff rinnoverà completamente la squadra -ha detto Brown - A guidare la Freccia Nera saranno Max Verstappen e George Russell. Non so nulla di certo, ma questa è la mia sensazione".

Bum!

L’IPOTESI. Alla base di tutto ci sarebbe ovviamente l’addio di Lewis Hamilton alle corse dopo la conquista dell’ottavo titolo. La voce gira nell’ambiente da tempo. Il sette volte campione del mondo ha firmato per questa stagione solo in extremis e solo per dodici mesi. Non ha accettato impegni a lungo termine.

In Mercedes un po’ si sono irritati e hanno accettato le condizioni dell’iridato. Fissando però una scadenza: stavolta Hamilton ha tempo fino a fine giugno per comunicare le sue intenzioni a proposito del 2022.

L’OLANDESE. Ma cosa c’entra Max Verstappen con questo scenario? Non ha un contratto con Red Bull fino a tutto il 2023 compreso?

Sì, ce l’ha. Però è stato proprio Chris Horner, il capo dei Bibitari, a svelare un retroscena: "Max sta bene con noi ma è vero che nel contratto che ci lega ci sono clausole che possono permettergli di liberarsi alla fine di questo campionato".

Tradotto: se i risultati 2021 di Red Bull (che usa il motore Honda) fossero inferiori ad una certa soglia, l’olandese potrebbe salutare senza penali da pagare.

Per accasarsi in una Mercedes orfana di Lewis Hamilton.

E BOTTAS? Vaso di coccio tra vasi di ferro, il pallido finlandese. Bottas è da sempre precario, la Mercedes gli rinnova il contratto anno per anno. Ora, salvo miracoli in pista, il suo destino pare segnato.

Il suo posto verrebbe preso dall’emergente Russell, talento allevato in casa dalla azienda di Stoccarda. Il britannico sta facendo esperienza con la Williams ma quando pochi mesi fa è stato chiamato a sostituire in Bahrain Hamilton (fermato dal Covid), beh, quasi quasi vinceva al primo colpo.

Toto Wolff già l’ha detto: "Russell è il nostro futuro". Forse assieme a Max Verstappen, se il manager della McLaren ha le informazioni giuste...

L.T.