Nel giro di poche ore, il ciclocross perde le due superstar, Van der Poel e Van Aert. L’olandese per i guai fisici che lo affliggono dai Giochi di Tokyo: per risolvere definitivamente i problemi alla schiena, ha deciso di chiudere qui la sua stagione del fuoristrada, senza difendere il titolo iridato a fine mese negli Stati Uniti. "E’ amaro rinunciare dopo aver corso dieci mondiali in fila, ma ora la preoccupazione è guarire: non so quanto durerà questo periodo di riposo, sceglierò gare e obiettivi solo quando starò bene", le parole di Van der Poel.

Niente mondiale nemmeno per Wout Van Aert, nel suo caso per scelta: subito dopo la gara di Herental, sua ottava vittoria in nove gare sul fango, il belga ha annunciato che il campionato nazionale domenica prossima sarà il suo ultimo appuntamento nel fuoristrada: "E’ arrivata l’ora di concentrarsi sulla strada", ha detto il belga, che punta alle classiche di primavera. Senza i due big, favorito del Mondiale diventa il britannico Tom Pidcock.