Il tappone con sei colli lo vince Michael Storer, australiano di 24 anni che chiude una lunga fuga di gruppo, Primoz Roglic tiene la maglia per soli 8 secondi su Grossschartner, uno dei fuggitivi di giornata, ma a far notizia alla Vuelta è il doloroso addio di Alejandro Valverde: a 40 chilometri dall’arrivo di Balcon de Alicante, il fuoriclasse spagnolo (nella foto) perde il controllo della bici in discesa, vola oltre il guard rail, si rialza e prova a ripartire, ma deve arrendersi ai colpi subiti. A 41 anni ha tutta l’aria di esser l’uscita di scena di un grande. Quanto agli italiani, Ciccone e Aru cedono mezzo minuto a Roglic ed escono dai primi dieci. In Limousin doppietta Eolo, con Erik Fetter che vince l’ultima tappa sul compagno Albanese, corsa al francese Barguil. In Norvegia anche la seconda tappa è di Ethan Hayter.