Nel giorno in cui si registra il forfait della Corea del Nord alle prossime Olimpiadi estive di Tokyo, a causa del rischio contagio da Covid, una notizia choc si fa largo verso i prossimi Giochi invernali, quelli di Pechino 2022. Gli Stati Uniti stanno infatti valutando un boicottaggio coordinato con gli alleati delle Olimpiadi invernali in calendario dal 4 al 20 febbraio del 2022. A motivare la decisione la questione dei diritti umani nel Paese ospitante. Il boicottaggio "è qualcosa di cui certamente vogliamo discutere", ha risposto ieri il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Ned Price, ai giornalisti che gli chiedevano se gli Stati Uniti avrebbero partecipato ai giochi olimpici di Pechino ma precisando che non è ancora stata presa una decisione. "Un approccio coordinato sarebbe non solo nel nostro interesse ma anche in quello dei nostri alleati e partner", ha puntualizzato Price, in linea con quella che è la strategia delineata dal presidente Biden che punta a alzare "un muro occidentale" contro lo Stato del Dragone.