Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
2 giu 2022

Ucraina, un cuore mondiale oltre l’incubo

2 giu 2022
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol
Yarmolenko indica il cielo dopo il gol

Un boato ha salutato l’ingresso in campo dell’Ucraina ieri all’Hampden Park di Glasgow, teatro della semifinale dello spareggio mondiale verso Qatar 2022. Quella bandiera gialloblù che avvolgeva la squadra ha dato poi una carica speciale, sospingendola alla vittoria per 2-1. Anche gli scozzesi padroni di casa si erano alzati tutti in piedi vedendo entrare in campo la nazionale ospite. Non era una partita come le altre, non poteva esserlo. E il sogno Mondiale – che manca a questo Paese martoriato dal 2006 – era solo lo sfondo di qualcosa di molto più grande in questi terribili mesi di guerra. L’esigenza della libertà e della normalità, valori che nel perimetro di un campo di calcio trovano sempre ospitalità. Hanno deciso la sfida i gol di Yarmolenko, Roman Yaremchuk e Dovnyk nel recupero del secondo tempo con l’illusione degli scozzersi nella ripresa firmata McGregor. Ed è stato un piccolo miracolo, in realtà, perché senza nulla togliere al valore dell’Ucraina, assemblare una squadra in un Paese messo così a dura prova è stata un’impresa.

L’Ucraina del ct Petrakov (che aveva detto: "Vorrei essere al fronte a combattere i russi, ma ho 64 anni e mi dicono che non posso") di fatto non si era radunata per cinque mesi. E tredici effettivi non giocavano partite ufficiali da fine febbraio. Ma il cuore conta più di ogni altra cosa, e domenica Malinovskui e compagni si giocheranno il pass per il Qatar contro il Galles (ieri sconfitto in casa 2-1 dalla Polonia in Nations) a Cardiff. Mancano ancora tre squadre a comporre la griglia delle partecipanti in Qatar. Oltre alla vincente della sfida di domenica, quella che uscirà il 13 giugno dal match tra il Perù e la vincente dello spareggio asiatico tra Emirati Arabi Uniti e Australia, in programma questo il 7 giugno a Doha. Il 14 giugno invece l’ultimo pass sarà assegnato alla vincente di Costa Rica-Nuova Zelanda.

p.g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?