di Riccardo Galli Franco Morbidelli sulla Yamaha ufficiale e Andrea Dovizioso su quella del team Petronas, accanto a Valentino Rossi. Mica male come antipasto per il lungo, lunghissimo, fine settimana di Misano. Così il giovedì del Gp ha acceso subito forte i riflettori sul ritorno del Morbido dopo il brutto ko al ginocchio e su quello di Dovi che un annetto fa aveva annunciato che con la fine del 2020...

di Riccardo Galli

Franco Morbidelli sulla Yamaha ufficiale e Andrea Dovizioso su quella del team Petronas, accanto a Valentino Rossi. Mica male come antipasto per il lungo, lunghissimo, fine settimana di Misano. Così il giovedì del Gp ha acceso subito forte i riflettori sul ritorno del Morbido dopo il brutto ko al ginocchio e su quello di Dovi che un annetto fa aveva annunciato che con la fine del 2020 la sua avventura di pilota di MotoGp era da considerarsi finita. Macchè. Non scherziamo. E così oggi, Dovizioso tornerà in sella e poi in pista per una finale di stagione 2021 con inquadratura definitiva anche sul prossimo Mondiale. Nel 2022, insomma, l’ex Ducati proverà a portare in alto, il più in alto possibile la sua Yamaha. "Volevo provare a godermi una nuova situazione e sono molto felice di essere tornato – sono parole di Dovi –. Sarà interessante essere su una moto completamente diversa da quella che ho guidato prima. Ho visitato il team ad Aragon e mi è sembrato di nuovo quasi come nel 2012 e stare seduto sulla moto Yamaha è stato altrettanto bello. È stato fantastico avere un primo approccio sulla moto e fare le prime regolazioni". Se poi, in questa nuova avventura riesce ad avere nientemeno che Valentino, la situazione si fa ancora più interessante e intrigante. "Bello avere Dovi – sorride Rossi – perché siamo amici e perché è stato un grande avversario in questi anni. Credo che il suo ritorno sia un bene per tutta la MotoGp perché è sempre tra i top al mondo. Ci divertiremo".

Dal ritorno di Dovizioso a quello di Morbidelli. Che parlando della sua promozione (fino al 2023) alla M1 ufficiale (al posto di Vinales già in sella a una Aprilia) dice: "Ho parlato apertamente con tutte le persone di Yamaha e alla fine siamo qui. Non mi dovevano nulla ma io pensavo di meritarlo. È bellissimo tornare, e Misano è una pista che mi piace moltissimo. Ora mi sento abbastanza bene, il ginocchio non mi dà troppi problemi".

Oggi prove libere dalle ore 9 (MotoGp alle 9,55 e alle 14,10), tutto in diretta tv su SkyMotoGp e Dazn.