Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 ago 2022
4 ago 2022

Tim-Dazn aprono le porte a Sky

La firma mette fine all’esclusiva e riorganizza l’offerta televisiva alla vigilia della A

4 ago 2022
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A
L’accordo tra Dazn e Tim potrebbe essere sottoscritto a ore, prima del via della A

Siamo alle battute finali per l’accordo sul calcio che metterà fine all’esclusiva di Tim con Dazn e aprirà le porte a Sky. La firma è attesa nelle prossime ore, a ridosso dell’inizio del campionato che parte il 13 agosto. Bocche cucite sui risparmi e sui termini del contratto. Ma, secondo indiscrezioni di stampa, dai 410 milioni di euro che oggi paga Tim si dovrebbe scendere a 320 milioni di euro. La contropartita è che l’app di Dazn potrà essere fruita anche attraverso altri set top box e non solo quello di TimVision. "Con Tim stiamo parlando in maniera proficua con una discussione e una rinegoziazione su quello che può essere l’equilibrio economico da ambo le parti. Qualora si trovi un altro equilibrio noi siamo aperti a valutare altre attività commerciali con altri partner", aveva detto Stefano Azzi, Ceo di Dazn Italia, la settimana scorsa. E qui entra in gioco Sky che pagherebbe, secondo i rumors, alcune decine di milioni all’anno a Dazn. La Lega Serie A, intanto, resta alla finestra, pronta a bandire le gare per gli highlights a pagamento della Serie A per le stagioni 202223 e 202324.

Sky infatti attualmente non può trasmettere gli highlights delle 7 gare in esclusiva su Dazn, ma una partnership tra le due società potrebbe portare la Lega a rimettere a bando i diritti per gli stessi highlights delle partite. Su tutto vigila l’Antitrust, che ha concluso il procedimento cautelare sull’accordo per la visione delle partite del campionato di calcio di Serie A nel triennio 2021-2024 soddisfatto delle nuove misure presentate dai due operatori che mirano, nel loro complesso, ad evitare possibili discriminazioni.

In particolare sin dal primo agosto hanno annunciato che sarà possibile disporre dei contenuti Dazn con TimVision senza la necessità di dover sottoscrivere un abbonamento con Tim. Ma, avverte l’Agcom, l’Autority continuerà a monitorare l’effettiva implementazione delle misure prospettate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?