Gli Us Open potrebbero giocarsi a porte chiuse
Gli Us Open potrebbero giocarsi a porte chiuse

New York, 11 aprile 2020 - Il picco del Covid-19 sta arrivando anche negli Stati Uniti, in particolare a New York, città tra le più colpite. In dubbio ci sono tutti gli eventi sportivi sul suolo americano, soprattutto gli Us Open di tennis nella storica sede di Flushing Meadows. Mentre Roland Garros e Wimbledon sono stati spostati o annullati, per lo slam americano si pensa ad una edizione a porte chiuse.

Lo sostiene il britannico Daily Telegraph, sottolineando come gli Us Open non godano di una assicurazione contro le pandemie e una cancellazione farebbe perdere la bellezza di 400 milioni di euro. Difficile però lo spostamento di data, perché tra novembre e dicembre a New York fa troppo freddo per giocare: ecco perché si pensa alle porte chiuse. Di fatto, gli Us Open 2020 si potrebbero giocare nella data originaria del 31 agosto-13 settembre, ma senza pubblico. Problema anche sotto il profilo televisivo, Espn, sempre secondo le fonti britanniche, non gradirebbe lo spostamento del torneo in un periodo del calendario dominato dal campionato Nfl.