Lorenzo Sonego (Ansa)
Lorenzo Sonego (Ansa)

Roma, 15 maggio 2021 – Un italiano torna in semifinale agli Internazionali di Roma 2021. Di nome fa Lorenzo, di cognome Sonego. E’ lui a scaldare il ritrovato pubblico del Foro Italico e dopo aver eliminato il campione austriaco Dominic Thiem, il piemontese mette in calce anche lo scalpo di Andrey Rublev, sconfitto dopo due ore e trenta minuti per 3-6, 6-4, 6-3. Ora Novak Djokovic che ha sconfitto Tsitsipas.

Atp Roma, Sonego-Djokovic in diretta tv: orario delle semifinali

Rublev di solidità


Partita difficile per Sonego in avvio, con un Rublev solido e martellante. Subito palla break per il russo che, a differenza di Thiem, gioca più vicino alla riga di fondo con conseguente maggior pressione sul rovescio del piemontese. Altra palla break sull’1-1, errore di diritto di Sonego che concede la battuta. Il russo sovrasta da fondo campo, un martello: tre palle break anche nel quarto game, Sonego le annulla. Rublev ne conquista un’altra, annullata. Il torinese varia il gioco e va con le smorzate, la tattica funziona ed è 3-2. Resta però il problema di fondo per Sonego, ovvero la solidità e il pressing da fondo del russo che sul 5-3 in suo favore si guadagna il primo set point sul servizio avversario. Rublev chiude con uno splendido rovescio lungo linea, lasciando la sensazione che la tattica dell’azzurro, ovvero utilizzare le smorzate, non sia sufficiente. Ma non sarà così.

 

Rimonta Sonego


Partita totalmente diversa dal secondo set in avanti. Sonego incarta Rublev e c’è subito palla break nel primo game del secondo, errore del russo che rimette in partita l’azzurro. C'è la reazione, palla del contro break con un passante di rovescio. Annullata con l’ace. Sonego poi conferma il servizio con smorzata ed ace, 2-0. Si seguono le battute, Sonego sale prima 3-1, poi 4-2 e 5-3, sfruttando il fatto che la rete rappresenta le Colonne d’Ercole di Rublev: un mondo sconosciuto. Sul 5-4 arriva il momento di chiudere il parziale, Sonego va 30-15 ma sbaglia una facile volèe, il russo allora ne approfitta e si prende palla break. Sonego chiude però uno scambio da paura con un diritto vincente a 147 orari, poi infila due prime di servizio ed è 6-4.

Il quarto game del terzo set è complicato. Rublev è avanti 2-1 e Sonego si aggrappa al servizio per annullare tre palle break, non consecutive, in quella che diventa una guerra di nervi che Sonego momentaneamente vince per la parità sul 2-2. Sopravvissuto, Sonego si trasforma in diavoletto della Tanzania e si conquista tre palle break in fila nel quinto game, il Foro è in delirio quando il diritto di attacco sfonda un attonito Rublev. Sesto game da 40-0 a 40 pari, ma Sonego risorge ancora e col rovescio di Rublev in rete è 4-2. Palla break Rublev sul 4-3, annullata con la battuta. Poi Sonego sopravvive di tigna e si issa 5-3. Sul 5-4 c’è il momento decisivo, Sonego si vede annullare un primo match point, ma sul secondo il diritto di Rublev in corridoio è un gianduiotto per il piemontese che scarta e gusta il cioccolatino più prelibato. E’ semifinale contro Novak Djokovic. Sonego nuovo Re di Roma.