Sinner nel match contro Djokovic  (Ansa)
Sinner nel match contro Djokovic (Ansa)

Montecarlo, 14 aprile 2021 - Troppo forte Novak Djokovic per Yannik Sinner. Sulla terra rossa di Montecarlo, il serbo ha ragione dell'italiano in due set (6-4; 6-2). Pratica sbrigata in un'ora e 34 minuti per il numero uno della classifica Atp, al rientro dall’infortunio agli addominali di due mesi fa, che si qualifica così agli ottavi di finale del Rolex Masters 1000 di Montecarlo. Il giovanissimo tennista altoatesino esce comunque a testa alta, ricevendo anche i complimenti dell'avversario a fine gara. "Yannik è in forma, ha giocato la finale a Miami. Oggi dovevo restare sul pezzo, senza distrarmi. Ho affrontato quello che è il futuro e forse anche il presente di questo sport", l'investitura di Djokovic.

La cronaca del match

L'incontro è equilibrato nel primo set, con i due tennisti che si brekkano e controbrekkano. Nel sesto game, Djokovic piazza quello che sembra essere l'affondo decisivo, strappando il servizio a Sinner. Sinner che però risponde con la solita moneta nel nono gioco. Sul 5-4 e con la possibilità di impattare, il classe 2001 incassa un altro break, che permette al rivale di portarsi in vantaggio 1-0. Meno combattuto il secondo set. Djokovic va sul 3-1 dopo il quarto break della sua partita. Sinner prova a non mollare e nel settimo game potrebbe accorciare le distanze strappando il servizio all'avversario, che però non si fa beffare e vola sul 5-2. Il match volge ai titoli di coda e Djokovic chiude i conti sul 6-2.

Leggi anche: Medvedev positivo al Covid-19