Maiorca (Spagna), 17 giugno 2021 – Rafael Nadal alza bandiera bianca e sceglie di non partecipare alla prossima edizione del torneo di Wimbledon e alle Olimpiadi di Tokyo. Una decisione sofferta, quella del tennista maiorchino classe 1986 ma presa per ascoltare il proprio corpo e recuperare senza affanni dalle recenti fatiche del Roland Garros, dove è arrivato fino alle semifinali perdendo poi contro Novak Djokovic: “Desidero comunicare – ha scritto lo spagnolo sui propri canali social – che non parteciperò alla prossima edizione di Wimbledon e dei Giochi Olimpici di Tokyo. Non è una decisione facile da prendere ma, dopo aver ascoltato i segnali che dà il mio corpo ed essermi confrontato con il mio staff, credo di aver fatto la scelta migliore per allungare la mia carriera”.

Troppo corti i tempi di recupero

A contribuire a questa decisione sono stati anche i tempi ristretti tra il Roland Garros e Wimbledon e la necessità di prevenire sforzi che potrebbero rivelarsi dannosi in chiave futura: “Passeranno solo due settimane tra il Garros e Wimbledon e tutto questo non aiuta il mio corpo a recuperare da una stagione molto esigente sulla terra battuta. Sono stati due mesi estremamente faticosi e questa decisione è stata presa guardando a un’ottica di medio-lungo periodo. In questo momento della mia carriera una delle priorità è quella di prevenire inutili eccessi che potrebbero pregiudicarmi la lotta a titoli futuri”. Nadal ha poi concluso con un ringraziamento: “Voglio mandare un saluto a tutti i miei tifosi e in particolar modo a quelli in Giappone e Regno Unito. Le Olimpiadi sono sempre state una mia priorità come atleta, perché li ho sempre trovato l’ambiente in cui ogni atleta desidera vivere almeno una volta in carriera e io ho avuto avuto la fortuna però di partecipare a ben tre edizione dei Giochi Olimpici e di essere il portabandiera del mio Paese”.

Leggi anche - Eriksen, defibrillatore cardiaco: che cos'è e come funziona. Si può giocare a calcio?