Jannik Sinner nel match contro Nadal (Ansa)
Jannik Sinner nel match contro Nadal (Ansa)

Parigi, 7 giugno 2021 – Nessun miracolo italiano a Parigi negli ottavi di finale del Roland Garros. Dopo la sconfitta in cinque set e per ritiro di Lorenzo Musetti al cospetto di Novak Djokovic, è arrivata quella netta per tre set a zero di Jannik Sinner contro Rafa Nadal. La solidità dello spagnolo ha fatto la differenza, soprattutto la sua esperienza, mentre Sinner non ha espresso il suo miglior tennis e ha mancato i momenti importanti della partita: 7-5, 6-3, 6-0

Peccato per il primo set

Primo set di alti e bassi per entrambi. Partenza solida e concreta di Nadal che conquista palla break al secondo game al cospetto di un Sinner falloso. L’altoatesino cede il servizio improvvisamente ma poi è il maiorchino a perdere riferimenti e campo: tra doppi falli ed errori gratuiti di diritto, unite alle pallate di un Sinner di nuovo in bolla, il risultato si ribalta e dal 2-0 e palla del 3-1 si passa addirittura al 2-4 Sinner. L’italiano sale 5-4 e servizio ma sul momento di chiudere si inceppa e concede tre palle break, un doppio fallo completa il patatrac e rimette Nadal in corsa. Lo spagnolo sente l’odore del sangue e chiude il primo parziale 7-5.

Ancora passaggio a vuoto

Nadal più sciolto in avvio di secondo set, Sinner prova a spingere ma indietro torna tutto e a volte con più angolo, come nello scambio che porta al break con Nadal che si apre il campo con il rovescio incrociato prima di scendere a rete: 2-0. Il maiorchino è ingiocabile e toglie a Sinner le sue soluzioni preferite gettandolo lontano dalla confort zone, in un amen è 4-0. Reazione di Sinner che ritrova accelerazioni e ritorna sul 4-2 e anche con palla break, ma Nadal annulla con la prima di servizio. Il break arriva comunque sulla seconda con Sinner che si avventa su una smorzata di Nadal trovando il rovescio vincente, 4-3. Purtroppo, come nel primo set, arriva un nuovo passaggio a vuoto per l’altoatesino che con un paio di errori, tra cui un doppio fallo, fa volare Nadal 5-3, con lo spagnolo che poi chiude agilmente 6-3. Perso un'altra occasione l'inerzia della partita è chiara. Il match prende la via del campione e anche il terzo set si apre con un break di Nadal al cospetto di un Sinner spaesato. Il maiorchino vola 4-0 riportando Sinner nel ruolo di comprimario, addomesticando accelerazioni e tessendo una ragnatela invisa all’altoatesino oggi stranamente impreciso. Non c’è più partita, Nadal è inarrestabile mentre Sinner ha la faccia dello sconfitto, infatti l’ultimo punto non tarda ad arrivare per il 7-5, 6-3, 6-0 finale. Lo spagnolo va nei quarti, dove in casa Italia è rimasto solo Matteo Berrettini.

Leggi anche - Musetti crolla con Djokovic al quinto set e si ritira