Manolo Santana (Ansa)
Manolo Santana (Ansa)

Marbella (Spagna), 11 dicembre 2021 – Il mondo del tennis è in lutto: a 83 anni si è infatti spento, nella sua residenza di Marbella, Manolo Santana. Nato a Madrid nel 1938, Manuel Martinez Santana, detto per l'appunto Manolo, era universalmente riconosciuto come una vera e propria leggenda del tennis per via del suo immenso talento e di uno straordinario palmarès personale: in carriera, infatti, Santana ha conquistato ben quattro tornei dello Slam; nel 1961 e nel 1964 alzò al cielo la prestigiosa coppa del Roland Garros - trofeo vinto anche nel doppio nel 1963 - dopo battuto in entrambi i casi l’italiano Nicola Pietrangeli. Nel 1965 vinse invece lo US Open, mentre nel 1966 - anno in cui salì anche in cima alla classifica mondiale - trionfò a Wimbledon, a dodici anni di distanza dal successo del cecoslovacco naturalizzato egiziano Joraslav Drobny, ultimo europeo prima di lui a imporsi sul prestigioso manto erboso inglese. Santana si distinse però anche rappresentando la selezione spagnola alle Olimpiadi di Città del Messico, dove si mise al collo la medaglia d'oro. Il fuoriclasse iberico si ritirò nel 1970 per poi tornare sui campi da tennis nel 1973 e restarvi fino al 1980.

Il cordoglio di Nadal

Tante le personalità del mondo sportivo spagnolo e non solo che hanno espresso il loro cordoglio per questa pesante perdita, tra i quali c'è ovviamente anche Rafa Nadal che ha affidato a Instagram il suo ricordo di Santana: "Ho appena ricevuto la terribile notizia della scomparsa di Santana - scrive Nadal in un post corredato da una sua foto assieme a Santana -. Come ti ho detto molte volte in passato, mille grazie per quello che hai fatto per la Spagna e per aver segnato il cammino tennistico di tanti. Sei sempre stato un riferimento, un amico e una persona vicina a tutti. Ci mancherai Manolo; sarai sempre unico e speciale. Un saluto alla tua famiglia e speriamo che abbia tanta forza in questo momento. Non ti dimenticheremo mai!".