Daniil Medvedev (Ansa)
Daniil Medvedev (Ansa)

Melbourne (Australia), 19 febbraio 2021 - Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas si affrontano nella seconda semifinale degli Australian Open 2021. Il russo è reduce dai quarti di finale vinti contro Rublev in tre set, mentre il greco ha sconfitto Nadal in un match molto faticoso e durato circa quattro ore. Medvedev vince bene il primo set 6-4, domina il secondo 6-2 e rischia nel terzo. Tsitsipas ha un sussulto, ma alla fine si arrende 7-5. Il russo vola in finale dopo due ore e sei minuti. Affronterà nell'ultimo atto Novak Djokovic.

La cronaca del match

Medvedev si prende il primo break della gara sul 2-2, sfruttando al meglio la seconda palla break della sua partita. Il russo conferma il vantaggio con il servizio successivo, che lascia a zero Tsitsipas, finora capace di togliere solo un punto all'avversario in battuta. Medvedev chiude il primo set sul 6-4 al quarto set point e dopo 40 minuti di gioco.

Il secondo set vede il tennista russo dilagare. Il rovescio inizia ad essere il punto debole di Tsitsipas, che l'avversario comincia a sfruttare con decisione. Medvedev conquista il break al terzo game, spingendo molto sul servizio e sul rovescio, molto sofferti dal greco quest'oggi. La testa di serie numero 4 forza, strappa un altro break e conclude il set 6-2. Dominio totale su Tsitsipas che molla un po' mentalmente.

Pronti-via break Medvedev nel terzo set. Le sensazioni di crollo di Tsitsipas trovano ulteriori conferme: il russo non gli lascia tregua, tiene la percentuale di errore molto bassa e continua ad andare molto bene al servizio. Sul 3-2 il greco ha una reazione e mette all'angolo il rivale, conquistando tre palle break. Medvedev commette un doppio fallo e manda un dritto a rete che rimettono in gioco Tsitsipas sul 3-3. Il numero 5 al mondo tiene il servizio e si ritrova avanti per la prima volta in questo set. Il russo ritrova lucidità nel momento più importante, ossia sulla palla break dell'avversario, e rimette il set sul 4-4. Medvedev torna a livelli di tennis altissimi e fa break per il 6-5, che risulta decisivo per la vittoria del set a 7-5 e, dunque, del match.



Leggi anche: Europa League, tutte le partite: Milan, Napoli e Roma