Djokovic e Medvedev al termine del match (Ansa)
Djokovic e Medvedev al termine del match (Ansa)

New York, 13 settembre 2021 - Daniil Medvedev ferma la corsa verso il Grande Slam di Novak Djokovic. La finale dello Us Open 2021 incorona il tennista russo che si impone in tre set (4-6, 4-6, 4-6), vincendo finalmente il primo torneo major della carriera. Come già successo nel 2011 e nel 2015, Djokovic vede sfumare all'ultima curva il sogno del Grande Slam. Australian Open, Roland Garros, Wimbledon, ma niente Us Open. Nole si ferma sul più bello, bloccato anche dalla tensione in una finale che Medvedev ha vinto con pieno merito. L'ultimo tennista a firmare il Grande Slam rimane quindi Rod Laver (presente in tribuna), capace di calare due volte il poker, prima da dilettante nel 1962 e poi da professionista nel 1969.

Djokovic-Medvedev, il match

Il triplice 4-6 con il quale Medvedev si è imposto è lo specchio di una serata che lascia in lacrime Djokovic, visibilmente emozionato sul 4-5 del terzo set, quando il sostegno incondizionato del pubblico dell'Arthur Ashe Stadium lo ha commosso fino al pianto. Dopo aver perso il servizio per la prima volta proprio servendo per il match, Medvedev al secondo tentativo si è dimostrato più forte della tensione di un momento storico, più forte del baccano del pubblico del centrale (ai limiti dell'indecente in un clutch moment del genere), ed ha messo le mani su questa memorabile edizione degli Us Open.

Perché ha perso Djokovic? Tante le possibili risposte. La maggiore stanchezza accumulata nel corso del torneo? La tensione del momento più importante della carriera? Sicuramente sì, perché le gambe non hanno girato come al solito. Poi quelle lacrime a gara in corso che tutti hanno visto e che hanno reso umano anche una macchina da tennis come Nole. Molto semplicemente si può però anche dire che Djokovic si è trovato di fronte un Medvedev che ha giocato una gara perfetta, imponendo il suo tennis a tratti geniale, finalmente ripagato da un titolo del Grande Slam. Di questo passo c'è da scommettere che non sarà l'ultimo per il russo.

Djokovic: "Grazie al pubblico di New York"

Novak Djokovic non ha uno score esaltante nelle finali degli Us Open. Nove volte è arrivato in finale, solo tre volte ha trionfato. Il numero 1 del mondo al nono tentativo poteva fare la storia con la conquista del Grande Slam, ma si è arenato a un metro dalla spiaggia. Rimpianti, emozione, lacrime si mescolano nelle parole del post match del serbo, che lancia comunque messaggi d'amore al pubblico dell'Arthur Ashe Stadium: "Complimenti a Daniil, se c'è qualcuno che merita questo Us Open, quello è lui - ha detto Djokovic sul palco nel corso della cerimonia di premiazione -. Auguro a Medvedev di conquistare tanti alti Slam. Prima della gara stavo pensando a cosa avrei detto sia in caso vittoria che in caso di sconfitta. Posso dire che ho il cuore colmo di gioia grazie a questo pubblico che mi ha fatto sentire speciale su un campo da tennis. Non mi sono mai sentito così, il pubblico ha toccato il mio animo. Ci rivedremo presto".

Medvedev: "Djokovic il migliore di sempre"

"E' la prima volta che sono molto teso per il mio discorso, mi dispiace per te, Novak, sappiamo cosa c'era in palio ma con quello che hai fatto quest'anno in carriera per me sei il migliore di sempre". Così ha invece parlato il vincitore degli Us Open 2021, Daniil Medvedev che ha svelato come questo successo coincida con il suo anniversario di matrimonio con la moglie Dasha Medvedeva: "Durate il torneo non sapevo cosa regalarle e soprattutto di non avere il tempo di comprare qualcosa, intanto le regalo il titolo".