Giovedì 18 Luglio 2024
MANUEL MINGUZZI
Tennis

Berrettini: “Sinner? Parliamo meno, non si può essere amici di tutti”

Il tennista romano confessa a Style le sue difficoltà: due anni stancanti e gli infortuni mi hanno fatto perdere il piacere di giocare

Matteo Berrettini

Matteo Berrettini

Roma, 23 aprile 2023 - Vita privata, infortuni, risultati sotto le aspettative. Inizio 2023 difficile per Matteo Berrettini e l’ennesimo infortunio muscolare, problema agli addominali, lo ha tolto di mezzo dal torneo di Montecarlo, dove aveva battuto Cressy e Cerundolo prima di ritirarsi per il match di ottavi contro Rune, e di Madrid poi, dove sarà assente assieme ad altri volti illustri come Rafa Nadal, Novak Djokovic e Jannik Sinner. Sfibrato da due anni logoranti anche se vincenti, Berrettini è stato fermato da una serie incredibile di infortuni che ne hanno pregiudicato la crescita e la continuità ad alto livello, fino a fargli perdere anche gioia nel giocare a tennis. Il tennista romano lo ha confessato in una intervista a Style.

Berrettini: “Spero di ritrovare la gioia”

Momento difficile per Berrettini sia in campo che fuori. I risultati non arrivano, gli infortuni continuano e in più i leoni da tastiera lo stanno bersagliando per la sua relazione con Melissa Satta. La somma di tutti questi problemi ha tolto serenità e gioia a Matteo nel fare il suo lavoro: “Gli ultimi due anni sono stati pieni di vittorie ma anche molto stancanti - le sue parole a Style - Purtroppo gli infortuni mi hanno fatto perdere il piacere del gioco, perché ogni volta che scendevo in campo pensavo a recuperare il tempo perso. Spero di ritrovare la gioia di giocare a tennis”. Infortuni che anche l’anno scorso hanno condizionato la stagione sul rosso e Berrettini spera ancora di rifarsi in questo 2023: “Ho saltato tutta la parte sul rosso e voglio rifarmi, l’obiettivo è fare bene a Roma che è un torneo a cui tengo molto. Poi l’erba, ovviamente con Wimbledon”. Il tennista romano parla anche dei rapporti con i colleghi italiani: "Con Lorenzo Sonego ci conosciamo sin da ragazzini e siamo molto legati; anche con Lorenzo Musetti il rapporto è ottimo. Con Jannick Sinner parliamo meno ma è normale, non si può essere amici di tutti".

Nemmeno l’amore è in grado di regalare tutta la serenità che meriterebbe Matteo, e non certo per colpa sua o della compagna Melissa Satta, ma per i soliti utenti social che si scagliano contro due persone senza un apparente motivo. Il calo di rendimento di Matteo, secondo gli accusatori online, sarebbe dovuto proprio alla sua nuova relazione: una follia. Berrettini si è difeso così: “Pensare che una relazione funga da distrazione sul lavoro è irrispettoso. Sarebbe come dire che un giornalista stia scrivendo articoli peggiori solo perché ha una moglie. Non credo abbia senso”. E allora la speranza è che la sua Roma, se farà in tempo a rientrare dall’infortunio, possa contribuire alla ritrovata gioia di Matteo, in un momento molto florido per il tennis italiano con Sinner due volte semifinalista e una volta finalista nei primi tre masters 1000 e Lorenzo Musetti reduce dalla semifinale di Barcellona. Tutti e tre molto attesi a Roma nel torneo di casa sulla amata terra rossa. Ad attenderli anche Carlos Alcaraz, che appena rientrato in pista dopo l’infortunio ha immediatamente vinto il torneo di Barcellona su Stefanos Tsitsipas per 6-3 6-4.

Leggi anche - Madrid perde i pezzi: fuori Djokovic, Nadal, Sinner e Berrettini