Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
24 lug 2022

Berrettini si arrende a Ruud in finale a Gstaad

Match combattuto su uno degli ultimi eventi sulla terra battuta della stagione, Ruud ha saputo mettere pressione maggiore nei momenti che contano. Berrettini recrimina per un break sfuggito nel secondo set

 

24 lug 2022
davide sarti
Sport
Matteo Berrettini
Matteo Berrettini
Matteo Berrettini
Matteo Berrettini

Gstaad, 24 luglio 2022 - Casper Ruud conquista il torneo svizzero di Gstaad sulla terra battuta sconfiggendo in tre set Matteo Berrettini 4-6,7-6(4),6-2. Un match che poteva essere dell’azzurro che però non è riuscito a capitalizzare nel secondo set. I mezzi di sicurezza del norvegese sono saliti di tono nel terzo e raccoglie così il nono titolo della sua carriera.

Primo set

Casper Ruud e Matteo Berrettini si affrontano per la quinta volta, la terza sulla terra rossa dove il norvegese è in vantaggio nei confronti diretti. Sin da subito il livello di tennis è alto e l’intensità degli scambi tiene la partita in linea di galleggiamento fino al due pari, quando il norvegese concede due palle break all’azzurro che sfrutta alla seconda occasione grazie ad uno sventaglio di dritto finito lungo da parte di Ruud. La replica però è immediata e Ruud si procura tre palle break che l’italiano prontamente argina e allunga nel set. A quel punto tutto vira dalla parte di Berrettini senza troppi intoppi che gli relegano il primo set con il punteggio di 6-4.

 

 

 

Secondo set

Inizio di set agevole per entrambi che ristabilisce una certa parità in campo. Berrettini si affida al suo gioco veloce arpionato al servizio, mentre Ruud usa tutte le sue armi da vero terraiolo che lo contraddistinguono. Il match prosegue senza note di spicco fino al quattro pari servizio Ruud, l’italiano coglie l’occasione per infilare un potente dritto lungo linea dopo che la palla è stata deviata dal nastro per procurarsi la prima palla break del set. Il norvegese però, non ci sta ed entra in modalità d’attacco e punisce l’avversario con due dritti pesanti arginando agevolmente il pericolo portandosi avanti 5-4 nel punteggio. I due finalisti non concedono nulla sul proprio servizio e gli scambi si concludono velocemente, di conseguenza il secondo parziale si decide al tiebreak.

Ad inizio tiebreak Berrettini resiste all’azione di forza da parte di Ruud e riesce ad infilare il dritto per procurarsi un minibreak. L’azzurro però cede malamente il servizio due volte con due sventagli di dritto finiti in corridoio. Il norvegese a quel punto scappa sul 5-1 grazie ad un dropshot affossato in rete dal nostro connazionale. A quel punto Berrettini alza l’intensità di gioco ma tali azioni lo portano a sbagliare un dritto fatale che relega il secondo set a Casper Ruud con il punteggio di 7-6 (4).

Terzo set

Inizio combattuto per Berrettini al servizio: ha dovuto annullare anche palla break, ma con un po' di tenacia e qualche accortezza riesce a tenere la testa avanti mettendo pressione su Ruud. Ma è nel turno successivo che l’italiano va fuori giri concedendo una doppia palla break sul 15-40 uno pari; a fregarlo è sempre lo sventaglio di dritto che viene malamente deviato dal nastro e Ruud conquista il fatidico break. Ruud sale in cattedra e mette pressione all’avversario che non solo cede terreno ma ha anche un calo di rendimento al servizio con troppi errori; un evidente segno di difficoltà. Infatti, il norvegese vola sul 4-1 e servizio. Rudd rimane quindi concentrato sul turno di battuta e senza troppi patemi si porta a casa il match e il torneo con il punteggio di 4-6,7-6(4),6-2. Rammarico per Berrettini che non ha sfruttato l'occasione nel secondo. Da settimana prossima di nuovo in scena sulla terra a Kitzbuhel.


 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?