Melbourne, 23 gennaio 2018 - Gli Australian Open 2018 perdono il numero uno del mondo.  Rafael Nadal è stato costretto al ritiro a causa di un problema alla gamba destra accusato nei quarti di finale contro Marin Cilic, numero 6 del seeding, dopo 3 ore e 50 minuti di gioco.  Al momento dell'infortunio il punteggio era di 3-6, 6-3, 6-7, 6-2, 2-0 in favore del croato. "Ho sentito qualcosa nel quarto set dopo uno scatto, ma sul momento non mi sono reso conto di quanto fosse grave. Avevo l'arto completamente bloccato e provavo dolore ogni volta che mi muovevo - spiega sconsolato in una conferenza stampa -. Stavo aspettando di vedere se gli antinfiammatori avrebbero funzionato, ma alla fine non riuscivo più a muovermi". Domani Nadal sarà sottoposto a una risonanza magnetica per capire l'entità dell'infortunio. 

FUORI DIMITROV - A Melbourne stamani un'altra uscita di scena eccellente: Grigor Dimitrov, numero tre del ranking, è stato sconfitto dal britannico Kyle Edmund, numero 49, con il punteggio di 6-4 3-6 6-3 6-4. Exploit del 23enne nato a Johannesburg, che finora vantava come miglior risultato gli ottavi di finale agli US Open 2016. 

In semifinale sarà Cilic-Edmund. 

SORPRESA MERTENS - Nel tabellone femminile, Elise Mertens ha liquidato una delle favorite, Elina Svitolina, concedendole appena quattro game. La 22enne belga, numero 37 del ranking mondiale, ha eliminato per 6-4 6-0, in un'ora e 13 minuti di gioco, l'ucraina numero 4 Wta e quarta favorita del seeding, una delle tre candidate potenziali (le altre due sono Wozniacki e Pliskova) per strappare lo scettro alla Halep. Giovedì, nella sua prima semifinale Major in carriera, affronterà Caroline Wozniacki. La danese, numero 2 al mondo, ha battuto la spagnola Carla Suarez-Navarro, numero 39 Wta, col punteggio di 6-0 6-7(3) 6-2 in due ore e 12 minuti.