Fabio Fognini
Fabio Fognini

Montecarlo, 19 aprile 2019 – Fabio Fognini ha ritrovato se stesso e conquistato l’accesso alla semifinale del torneo Masters 1000 di Montecarlo, l’azzurro ha sconfitto in tre set (1-6, 6-3, 6-2) il croato Borna Coric, numero 13 delle classifiche mondiali, dopo essere stato in svantaggio di un set e un break che sembravano aver indirizzato la partita. Una vittoria che gli vale il rientro nella top 15 mondiale e la leadership azzurra, scavalcando Cecchinato.

Atp Montecarlo 2019, semifinali in tv. Quando e dove vedere Nadal-Fognini

INIZIO CHOC - L’avvio di Fognini è tragico, il ligure è falloso, quasi assente dal match e con il 14% di prime palle in campo subisce immediatamente due break che mandano Coric 4-1 in 20 minuti. Tempo neanche di accomodarsi sulle poltroncine che il primo set, senza tanta cronaca da sottolineare, finisce nelle mani del croato per 6-1 in 28 minuti con 27 punti su 39 vinti dall’avversario. Per Fognini c’è anche l’intervento del fisioterapista tra primo e secondo set con tanto di fasciatura al braccio, e infatti anche l’avvio del secondo parziale non cambia di spartito: subito break per Coric che vola 2-0. Sembra una partita indirizzata, poi d’incanto Fognini rifiorisce e con esso il suo splendido tennis di manovra da fondo campo che lo porta a raddrizzare il set e la partita: contro break e 2-2 pari. Il croato dall’altra parte sbanda, nel primo set aveva commesso un solo errore gratuito, mentre nel secondo sale a 14 e infatti Fognini trova il secondo break nell’ottavo game e va sul 5-3. L’azzurro ritrova il suo tennis, regge la diagonale di rovescio e poi si apre spazi per incidere con il diritto trovando incertezze nel gioco di Coric. Il secondo set è suo 6-3.

FOGNA SHOW – Fognini non si ferma, anzi continua e migliora: break subito in apertura di terzo set, attacca col diritto e chiude con una stop volley di rovescio, poi sul vantaggio trova il passante di rovescio su serve and volley di Coric. Il croato prova a reagire e Fognini è costretto ad annullare una palla del controbreak con autorità, poi conferma il vantaggio: 2-0. Avrebbe una opportunità anche nel terzo game, ma spreca un facile smash. La partita è però cambiata definitivamente, il giocatori di Arma di Taggia disegna tennis, trova smorzate e un gioco di tocco su cui è nettamente superiore al croato, inventando colpi che galvanizzano il pubblico di Montecarlo: doppio break e 4-1. Al terzo matchpoint Fognini chiude 6-2 dopo 1h59’.

Ora in semifinale troverà Rafa Nadal, campione 11 volte a Montecarlo.