Il Gp del Bahrain del 28 marzo, apertura del mondiale 2021, sarà aperto al pubblico, ma solo a vaccinati e guariti dal Covid. A spiegarlo, con un post sui social, la stessa organizzazione del Gran Premio di Sakhir che ha avviato la vendita dei tagliandi. Intanto, la Formula Uno ieri ha prolungato di un anno il contratto di Pirelli come fornitore...

Il Gp del Bahrain del 28 marzo, apertura del mondiale 2021, sarà aperto al pubblico, ma solo a vaccinati e guariti dal Covid. A spiegarlo, con un post sui social, la stessa organizzazione del Gran Premio di Sakhir che ha avviato la vendita dei tagliandi.

Intanto, la Formula Uno ieri ha prolungato di un anno il contratto di Pirelli come fornitore unico degli pneumatici, fino al 2024, e ha confermato ufficialmente che il 2 maggio le monoposto scenderanno in pista a Portimao per il Gp del Portogallo. Resta invece ancora da determinare la data del gran premio di Cina, a Shanghai. Quanto alle altre gare, il calendario è ormai completo: il 9 maggio si correrà a Barcellona, il 23 a Montecarlo, il 6 giugno a Baku, il 13 in Canada, il 27 a Le Castellet in Francia. Il 4 luglio gran premio d’Austria, seguito il 18 dal gp di Silverstone e da quello di Ungheria il primo di agosto, e del Belgio il 29 dello stesso mese. Il 5 settembre bolidi in Olanda, il 12 a Monza per il gp d’Italia, il 26 a Sochi. Il 3 ottobre piloti in gara a Singapore, il 10 a Suzuka in Giappone, il 24 negli Usa ad Austin, e il 31 ottobre in Messico. Il mondiale continuerà il 7 novembre in Brasile, il 21 in Australia, il 5 dicembre in Arabia e il 12 ad Abu Dhabi.

Ieri è stata presentata la Williams che scenderà in pista questa stagione. La ‘FW43B’ con motori Mercedes sarà affidata ai piloti George Russell e Nicholas Latifi: la parata virtuale è stata sabotata da hacker e la scuderia è stata costretta a rinunciare alla realtà aumentata. L’obiettivo del 2021, la prima stagione dopo 40 anni completamente senza la famiglia Williams e sotto la proprietà della società di investimento statunitense Dorilton Capital, è quello di provare a risalire dopo tre annate nella parte bassa della classifica.