La prima prova della finale a squadre di salto ostacoli a Tokyo è stata contrassegnata da numerosi ritiri, eliminazioni e cadute "eccellenti". Sotto accusa il nuovo regolamento (tre componenti per team invece che quattro, impossibilità di scartare il peggior risultato). Morale: clamorosa eliminazione dell’Irlanda dopo la caduta di Shane Sweetnam su Alejandro, del Messico dopo i due rifiuti di Armani, fuori anche il Giappone dopo la ferita in campo prova di Chilensky, cavallo di Koky Sato. Al vertice, vero spettacolo dalla Svezia che ha preso la testa con 0 penalità (Von Eckermann-King Edward, nella foto, La Baryard Johnsson-Indiana e Fredricson-All Inn) davanti al fortissimo Belgio e alla Germania con 4 penalità. A seguire Svizzera (10), Usa (13), Francia (15), Gran Bretagna (20), Brasile (25), Olanda (26), Argentina (27). E ancora: Egitto (29), Cina (35), Marocco (37), Nuova Zelanda (39), Repubblica Ceca (45), Messico (0El4). Le prime 10 oggi in finale (ore 12 in Italia).

Paolo Manili