di Paolo Manili Per trovare risultati di gare di un certo livello dobbiamo rivolgere l’attenzione Oltreoceano, e precisamente al Winter Equestrian Festival di Palm Beach, Florida, dove sabato la 41enne amazzone canadese Eryn Ballard in sella a Harvester ha ottenuto la seconda miglior vincita del week-end (25mila dollari dei 75 mila in palio), siglando il CaptiveOne Advisors Classics con il miglior tempo...

di Paolo Manili

Per trovare risultati di gare di un certo livello dobbiamo rivolgere l’attenzione Oltreoceano, e precisamente al Winter Equestrian Festival di Palm Beach, Florida, dove sabato la 41enne amazzone canadese Eryn Ballard in sella a Harvester ha ottenuto la seconda miglior vincita del week-end (25mila dollari dei 75 mila in palio), siglando il CaptiveOne Advisors Classics con il miglior tempo dei sette binomi entrati in barrage. Venerdì la Ballard aveva già portato a casa 35mila dollari vincendo il primo round della Adequan Challenge Cup in sella a Ilan Federer’s Walyer White. Questa è la prima tappa 2021 del ricchissimo circuito che proseguirà nelle prossime settimane sulla East Coast Usa, dove il clima permette, quando in Europa è inverno, di gareggiare all’aperto e in pieno sole.

Nel vecchio continente invece sta per scattare Mediterranean Equestrian Tour (Met) a Oliva, Valencia, che ha in programma quattro fine settimana di gare a partire da dopodomani, e che dovrebbe essere seguito dal Sunshine Tour a Vejer de La Frontera, Cadice, dal 9 febbraio prossimo. Ma in Spagna la situazione relativa alla pandemia si sta aggravando, tanto che gli organizzatori hanno informato i concorrenti iscritti all’evento delle possibili, ulteriori restrizioni che potrebbero anche determinare cancellazioni di eventi sportivi, non solo di equitazione. In casa nostra si sono svolte solo gare nazionali di salto ostacoli, tutte rigorosamente a porte chiuse. Settimana prossima sarà il turno del dressage con il Cdn alle Scuderie della Malaspina di Ornago, Monza, dove sono attesi al via oltre 200 binomi, un vero record di presenze nonostante il periodo difficile.

In chiusura una notizia triste: l’altra notte è mancato all’età di 86 anni Franco Guerzoni, per vent’anni e fino al 2008 presidente del Comitato regionale Fise dell’Emilia Romagna, poi consigliere federale e infine vicepresidente vicario della Fise durante la gestione Paulgross. La sua è stata una vita dedicata agli sport equestri, che ora sentiranno molto la sua mancanza.