Luciano Spalletti potrebbe cominciare una nuova avventura professionale con la nazionale cilena. La notizia arriva direttamente dal Sudamerica, dove i media cileni riportano di un contatto tra il tecnico e la Federazione per prendere il posto di Rueda come selezionatore della Roja, in cui militano...

Luciano Spalletti potrebbe cominciare una nuova avventura professionale con la nazionale cilena. La notizia arriva direttamente dal Sudamerica, dove i media cileni riportano di un contatto tra il tecnico e la Federazione per prendere il posto di Rueda come selezionatore della Roja, in cui militano diversi giocatori del nostro campionato. Secondo "Al Aire Libre", Spalletti avrebbe dato un assenso di massima a trattare il compenso.

Gli ostacoli verso il possibile incarico sarebbero la mancata conoscenza della lingua spagnola da parte del candidato e un ingaggio molto alto per le casse del Cile. L’allenatore ha infatti un accordo con l’Inter con scadenza giugno 2021 che vale 4,5 milioni annui.

Da un anno e mezzo è stato esonerato dall’incarico per dare il via all’era Conte ed è in attesa di proposte nella sua Toscana. Nel frattempo Spalletti è stato contattato dal Milan per la panchina a ottobre 2019, ma non ha trovato alcun accordo con il club interista per i mesi restanti del contratto e ha preferito declinare, lasciando campo libero a Stefano Pioli per l’avventura in rossonero.

Per il tecnico di Certaldo, 62 anni il prossimo 7 marzo, non si tratterebbe neanche di una prima volta all’estero. In passato ha già avuto una proficua esperienza sulla panchina dello Zenit San Pietroburgo. In quattro anni ha vinto due volte il campionato, una Coppa di Russia e una la Supercoppa nazionale, prima di tornare ad allenare la Roma (che già aveva guidato prima di lasciare la Serie A) e successivamente l’Inter per due stagioni.

MT