Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 ago 2022

Skriniar, Dumfries, Casadei: Chelsea ci prova

Offerta choc dei londinesi per i tre pezzi forti dell’Inter: 142 milioni totali. Juve: out anche McKennie, si accelera per avere Paredes

1 ago 2022
ilaria checchi
Sport
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi
Dumfries. con Skriniar: il Chelsea vorrebbe entrambi

di Ilaria Checchi

Dopo il pareggio contro il Lione in casa Inter l’attenzione è concentrata sul mercato in uscita: i nerazzurri, decisamente a buon punto sul fronte delle entrate, devono indirizzare gli sforzi per sfoltire la rosa di Simone Inzaghi, senza dimenticare un possibile ultimo innesto low cost in difesa per raccogliere l’eredità di Andrea Ranocchia, come Francesco Acerbi. Se il club di viale della Liberazione vuole, infatti, raggiungere o avvicinarsi alla quota di attivo richiesta dalla proprietà sa di dover fare a meno di uno dei titolarissimi e se per Alessandro Bastoni, Nicolò Barella e Lautaro Martinez nulla si muove, per quanto riguarda Milan Skriniar il Psg non si è avvicinato alla richiesta di 80 milioni della società. Per quanto riguarda Stefan De Vrij e Denzel Dumfries, i due olandesi sono apprezzati soprattutto in Premier League: Nikola Milenkovic e Merih Demiral potrebbero rappresentare i piani B dell’ex Lazio, mentre Udogie resta un’idea. Chi potrebbe mettere sul tavolo una proposta irrinunciabile è il Chelsea, pronto a muoversi su tre fronti per aggiudicarsi Skriniar, Dumfries e Casadei, per il quale la prima offerta di 8 milioni di euro è stata rifiutata dai nerazzurri. I Blues sanno che l’Inter non lascerà partire lo slovacco per meno di 80 milioni, mentre il prezzo del numero 22 di Inzaghi è stato fissato a circa 40 milioni e il club inglese potrebbe rilanciare fino a 20 milioni per provare a strappare il sì per il giovane 2003: il triplo affare potrebbe portare nelle casse interiste circa 142 milioni di euro, una maxi operazione che oltremanica stanno discutendo.

In casa Juve, dopo la tegola Pogba, il club deve fare i conti anche con lo stop di Weston McKennie a causa di una lussazione alla spalla sinistra: per l’americano si prevede un recupero di circa un mese e la dirigenza bianconera, per tamponare l’emergenza, punta a un innesto a centrocampo con Leandro Paredes nome più caldo. Ad inizio settimana, invece, si potrebbe sbloccare la trattativa per cedere Arthur al Valencia mentre il club continua a seguire Alvaro Morata ma l’Atletico Madrid non sembra intenzionato a fare sconti: Werner, Depay e Martial possono rappresentare delle valide alternative allo spagnolo.

Sulla sponda rossonera del Naviglio, invece, i riflettori sono puntati sull’arrivo sotto la Madonnina di Charles De Ketelaere previsto per oggi, mentre domani il belga effettuerà le visite mediche per poi completare l’iter dei test fisici e firmare il nuovo contratto da 2,3 milioni di euro con scadenza il 30 giugno 2027. Ieri pomeriggio, invece, i campioni d’Italia sono scesi in campo al Velodrome per affrontare un’amichevole di lusso contro l’Olympique Marsiglia dove si è rivisto in campo per uno scampolo di gara, per la prima volta dopo la rottura del crociato nello scorso dicembre, Simon Kjaer: ottima la prova dei rossoneri, vittoriosi per 2-0 grazie alle reti nel primo tempo di Messias e Giroud (su assist dello stesso brasiliano, uno dei migliori del match).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?