Dopo il primo titolo ATP (bissato proprio a inizio stagione) e i primi quarti Slam lo scorso anno al Roland Garros ecco i primi quarti in un "1000". Jannik Sinner ci è riuscito al "Miami Open", primo ATP Masters 1000 stagionale. Il 19enne di Sesto Pusteria, n.31 del ranking e 21esima testa di serie - che giocava per la seconda volta gli ottavi in un torneo di questa categoria dopo quelli di Roma lo...

Dopo il primo titolo ATP (bissato proprio a inizio stagione) e i primi quarti Slam lo scorso anno al Roland Garros ecco i primi quarti in un "1000". Jannik Sinner ci è riuscito al "Miami Open", primo ATP Masters 1000 stagionale. Il 19enne di Sesto Pusteria, n.31 del ranking e 21esima testa di serie - che giocava per la seconda volta gli ottavi in un torneo di questa categoria dopo quelli di Roma lo scorso anno - ha liquidato per 6-3 6-2, in appena 69 minuti di partita, il finlandese Emil Ruusuvuori, n.83 ATP.

E non si è deconcentrato nemmeno per il ritardo causato da un guasto al sistema Hawk Eye. Un incidente tecnico mai visto: nel torneo della Florida i giudici di linea non ci sono e sono sostituiti dall’Hawk-Eye (occhio di falco), una tecnologia che utilizza sensori per verificare se la palla finisce entro il campo o fuori. A Miami per qualche minuto l’occhio si è oscurato e i giocatori sono rientrati negli spogliatoi. Il problema è poi stato risolto e la gara è continuata.

L’inizio è in salita per Sinner, che perde il suo primo turno di battuta, riconquistandolo però subito dopo. L’altoatesino annulla da campione una palla break nel settimo gioco e sfrutta invece quella nel game seguente: il set gira in quel momento, con l’azzurro che chiude 6-3 in 37’. Sinner alza ulteriormente il livello nel secondo set, piazzando il break alla prima opportunità nel terzo gioco. L’azzurro è estremamente preciso con la prima (75%) e chirurgico nello sfruttare un’altra palla break (44) nel settimo game.

Sinner va a servire per il match e non trema, chiudendo la pratica 6-2 in poco più di un’ora. Oggi affronterà il kazako Alexander Bublik (32 del seeding) che ha battuto agli ottavi lo statunitense Taylor Fritz con il punteggio di 6-7 6-3 6-4. Con Sinner già nei quarti, nella notte italiana il palcoscenico è stato tutto per Lorenzo Sonego. Il 25enne torinese, n.34 del ranking e 24esima testa di serie, sulla strada per i quarti trova il greco Stefanos Tsitsipas, n. 5 del ranking e secondo favorito del seeding.