Jannik Sinner (Ansa)
Jannik Sinner (Ansa)

Roma, 16 settembre 2020 - Impresa di Jannik Sinner che, nel secondo turno degli Internazionali BNL d'Italia in corso a Roma, ha battuto in tre set il greco Stefanos Tsitsipas. Il classe 2001 ha piegato al terzo set (i parziali 6-1, 6-7, 6-2) la testa di serie numero 3 del tabellone di Roma 2020 in due ore e quattordici minuti; il prossimo impegno di Sinner sarà contro il vincente della sfida fra Dimitrov e Nishioka.

Dopo aver superato agevolmente il primo turno, liberandosi in poco più di un'ora del francese Benoit Paire, Sinner si è ripetuto contro Tsitsipas, numero 6 del mondo, che era all'esordio nel torneo romano. Il greco arrivava in Italia dopo la cocente delusione degli Us Open, dove era stato eliminato dal croato Borna Coric ai sedicesimi di finale.

Il bolzanino ha conquistato facilmente il primo set, durato appena mezz'ora, aiutato dai molteplici errori del greco. Il secondo set è stato molto più combattuto con diversi servizi strappati da entrambe le parti e un equilibrio altalenante sfociato naturalmente al tie-break. Sinner ha avuto la possibilità di chiudere la partita ma Tsitsipas e stato bravo ad annullare un match point e a chiudere il set sul 9-11. Nel terzo set l'inerzia non si è spostata dalla parte del greco. Anzi. Sinner, confermando tutti i progetti già visti a New York, ha continuato a giocare con grande profondità, portandosi velocemente sul 4-0 e ipotecando la vittoria.

"Sapevo che quest'anno potevo batterlo, è andata bene, l'anno scorso era più un test. Potevo anche perderla, ma in quest'anno sono migliorato, specie nel servizio, e per questo io e il mio team siamo molto contenti della crescita - ha detto nal post partita Sinner -. Sono partito molto solido, lui era alla sua prima partita sulla terra, sapevo che avrebbe fatto fatica. Sul 5-2 e 5-3, quando stavo servendo per il match, ho messo qualche seconda e lui ha messo buone risposte. Poi sono stato bravo sul 6-5, nel tie-break c'era tensione e abbiamo sbagliato un po' tutti e due. C'era vento, le condizioni non erano facili. Nel terzo set sono stato molto forte mentalmente. Sono molto contento''.