Jannik Sinner, 19 anni,. e Rafa Nadal, 34: i due sono stati avversari a Parigi
Jannik Sinner, 19 anni,. e Rafa Nadal, 34: i due sono stati avversari a Parigi
"Se cerchi un rivale, sceglilo forte: prenditela con Rivera, non con Trespedini". Viene in mente la frase di Gianni Brera leggendo la scelta di Rafa Nadal che come "avversario" nei giorni pre-Australian Open si è scelto Jannik Sinner. Un’incoronazione non da poco per il tennista altoatesino, quasi una designazione da parte del campione maiorchino che a Parigi ebbe parole di grandissima stima per l’emergente campione proveniente dalla Next Gen. E così Jannik Sinner sarà lo sparring partner di Nadal nella preparazione agli Australian open in programma dall’8 al 21 febbraio a Melbourne. Il primo slam della...

"Se cerchi un rivale, sceglilo forte: prenditela con Rivera, non con Trespedini". Viene in mente la frase di Gianni Brera leggendo la scelta di Rafa Nadal che come "avversario" nei giorni pre-Australian Open si è scelto Jannik Sinner. Un’incoronazione non da poco per il tennista altoatesino, quasi una designazione da parte del campione maiorchino che a Parigi ebbe parole di grandissima stima per l’emergente campione proveniente dalla Next Gen. E così Jannik Sinner sarà lo sparring partner di Nadal nella preparazione agli Australian open in programma dall’8 al 21 febbraio a Melbourne. Il primo slam della stagione prevede delle regole molto ferree in tema di quarantena. I giocatori dovranno arrivare in Australia tra il 15 e il 16 gennaio e avranno due settimane di allenamenti con misure stringenti. Nella prima delle due settimane ci si potrà allenare solo in coppia e con lo stesso “sparring partner”. E la scelta di Nadal come compagno fisso e caduta sull’altoatesino. Per sette giorni i due si prepareranno insieme, di fatto condividendo le giornate di totale isolamento (saranno permessi spostamenti dalla camera d`albergo al campo, poi poco altro). Nella settimana successiva, Nadal e Sinner si uniranno a un`altra coppia, quella formata da Stan Wawrinka e Diego Schwartzman. "Jannik è una persona umile, questa è una cosa positiva. Sinner ha margine per migliorare, ha un talento enorme e grande umiltà", le parole pronunciate dal maiorchino a ottobre scorso. Ed ancora, all’indomani del match di Parigi: "Un giovane talento, con tanta forza e un’ottima velocità. E’ stata davvero dura nei primi due set, soprattutto alla fine del primo. Colpiva molto forte e con il freddo le palle hanno meno rotazione". Nadal ha poi ammesso candidamente che alcuni colpi di Jannik lo mettevano particolarmente in difficoltà e su queste difficoltà evidentemente vuole lavorare, avendone l’opportunità in avvio di stagione.

Nadal e Sinner si sono affrontati nel mese di ottobre nei quarti di finale del Roland Garros. Lo spagnolo arrivava a quella partita come super favorito, vinse in tre set ma faticò tremendamente soprattutto nel primo in cui Sinner andò anche a servire per il set. Fu una vera e propria sorpresa: avesse vinto quella partita Sinner avrebbe avuto una strada spianata per un traguardo impensabile. Nadal rimontò e poi conquistò il successo, pur con qualche patema. Si impose con il punteggio di 7-6 6-4 6-1. Frattanto, la Wta ha annunciato il programma per le prime sette settimane del calendario del Tour 2021. Ad aprire le sfide sarà il Wta 500 di Abu Dhabi, in programma dal 5 al 13 gennaio presso lo Zayed Sports City International Tennis Center. Dal 10 al 13 gennaio si disputeranno invece le qualificazioni per l’Australian Open a Dubai, prima della quarantena che le giocatrici dovranno osservare. In Australia si disputeranno quindi i tornei di Melbourne 1 e Melbourne 2, entrambi Wta 500, nella settimana dal 31 gennaio al 7 febbraio. Il primo slam dell’anno, vale a dire l’Australian Open, si disputerà dall’8 al 21 febbraio con singolo, doppio e doppio misto.