Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 mag 2022

"Siamo il Milan, ce lo meritiamo"

Pioli all’ultimo assalto, a Reggio Emilia basta un pari: "Ci siamo costruiti questa occasione senza regali"

22 mag 2022
ilaria checchi
Sport
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato
Rafael Leao, 22 anni, è stato l’arma in più del Milan in questo finale di campionato

di Ilaria Checchi

Il "noi" viene prima di tutto: è con questo mantra che Stefano Pioli ha preparato la trasferta di questo pomeriggio a Sassuolo dove il Milan avrà due risultati su tre per portarsi a casa il diciannovesimo scudetto della sua storia. La settimana più lunga dell’anno è stata vissuta a Milanello con grande serenità e concentrazione senza scombussolamenti, almeno apparenti, nell’animo del gruppo, pronto a scrivere un’altra pagina nella storia dei successi del Diavolo.

La mentalità per fare bene contro i neroverdi, che hanno promesso di onorare l’impegno nonostante non abbiano più nulla da chiedere al campionato, è quella giusta: "Ci siamo costruiti e meritati una grande occasione, siamo arrivati fin qui senza che nessuno ci abbia regalato nulla con delle basi solide" il pensiero del tecnico emiliano, a un passo dal primo titolo in carriera. Quella di oggi potrebbe essere anche l’ultima partita di Zlatan Ibrahimovic, il cui destino sarà deciso soltanto a bocce ferme: lo svedese, pronto a entrare in corsa per far rifiatare Giroud (in vantaggio su Rebic come titolare) è stato utilissimo alla causa, come sottolineato da Pioli, mettendo a disposizione la sua intelligenza calcistica e quella personalità che serviva ad una squadra giovane che è nettamente cresciuta anche grazie alla sua presenza. Fare calcoli è un errore che il Milan vuole evitare a tutti costi: basterà che il gruppo giochi come ha fatto nelle ultime uscite e il risultato verrà da sé.

Per farlo il tecnico non ha intenzione di stravolgere gli equilibri puntando a schierare la formazione migliore, avendo ora possibilità di scelta grazie a un’infermeria svuotata: Krunic si appresta a ricoprire nuovamente il ruolo di trequartista, mentre Kessié (ultima sfida con la maglia numero 79 indosso) tornerà ad affiancare Tonali in mediana. L’imprescindibile Leao accompagnerà il bosniaco a sinistra con Saelemaekers (favorito su Messias) a destra. Attenzione ed equilibrio saranno doti fondamentali per evitare l’epilogo peggiore in un match vitale da controllare fino al triplice fischio. A caricare il Diavolo al Mapei Stadium ci saranno 18mila tifosi indiavolati e una Milano rossonera è pronta a festeggiare fino all’alba un titolo che sembra davvero a un passo: "Ai tifosi voglio dire "Forza Milan, forza lotta e vincerai..." la chiosa di Pioli.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?