Alex Schwazer (Ansa)
Alex Schwazer (Ansa)

Bolzano, 22 dicEMBRE 2014 - Alex Schwazer ha concluso, con l'accoglimento del patteggiamento, la sua vicenda giudiziaria legata alla positività all'esame antidoping del 30 luglio 2012 quando venne trovato positivo all'eritropoietina. La richiesta di patteggiamento a 8 mesi e 6.000 euro di multa, presentata alcune settimane fa dall'avvocato che difende Schwazer, Gerhard Brandstaetter, è stata accolta dal giudice delle indagini preliminari Walter Pellino. L'ex marciatore altoatesino, che il 26 dicembre festeggerà 30 anni, ad aprile 2013 è stato squalificato a livello sportivo fino al 30 gennaio 2016.

Non è escluso che nel corso del 2015 Schwazer, che attualmente si sta allenando con l'obiettivo di prendere parte alle Olimpiadi di Rio dei Janeiro del 2016, possa essere riabilitato anche a livello sportivo. In corso c'è, infatti, la richiesta della diminuzione della squalifica. Nel frattempo l'ex fidanzata, la pattinatrice Carolina Kostner, fidanzata di Schwazer ai tempi dei fatti, è in attesa di comparire dinnanzi al Tribunale Nazionale del Coni. L'udienza è fissata il 16 gennaio. A fine novembre la Kostner era stata deferita dall'Ufficio della Procura Antidoping del Coni con una richiesta di squalifca di 51 mesi (4 anni e 3 mesi) per "complicità e omessa denuncia". Otto sono, infatti, gli episodi che non concordano tra le deposizioni della Kostner e di Schwazer.