L’udienza sulle indagini per doping a carico dell’ex marciatore azzurro Alex Schwazer, inizialmente prevista per il 22 luglio, è stata differita al 14 settembre. Nel frattempo nei confronti del campione olimpico 2008 di marcia, il Tribunale federale svizzero di Losanna ha bocciato il ricorso presentato al fine di arrivare ad una sospensione della squalifica, che lo avrebbe potuto anche riabilitare per i Giochi di Tokyo slittati al 2021, inflitta nell’agosto del 2016 a seguito della presunta seconda positività al doping.