Successo per i Toronto Raptors, 122-111 sugli Houston Rockets. E fin qui, considerando che i canadesi hanno vinto il titolo Nba nel 2019, nulla di strano. Solo che in panchina non siede coach Nick Nurse, stoppato dal Covid. Al suo posto, il nostro Sergio Scariolo, 59 anni.

Scariolo diventa così il secondo allenatore italiano a dirigere e vincere una gara Nba, dopo l’esperienza di Ettore Messina con i San Antonio Spurs, al posto, talvolta, dell’acciaccato Gregg Popovich.

E alla fine Lowry, non un giocatore qualunque, riconoscendo le qualità di Sergio, gli consegna pure il pallone della vittoria. Festeggiandolo con tutti i compagni di squadra.

Situazione anomala in casa Raptors perché la positività è stata riscontrata a poche ore dal match e perché Scariolo, reduce dall’esperienza con la Nazionale spagnola in Polonia, aveva appena concluso il suo periodo di quarantena.

"E’ stato un grande lavoro di squadra – dice –. E’ stata una situazione particolare per tutto quello che è successo. Ma non ci sono stati problemi perché mi sono sentito con Nurse. E poi qualche panchina, in passato, l’ho fatta. Certo, nei timeout è cambiato qualcosa".

a. gal.