Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
31 lug 2022
leo turrini
Sport
31 lug 2022

Sainz-Leclerc, è più di una pole

Russel parte davanti, poi le due Ferrari: Verstappen decimo con guai tecnici. Sistemerà tutto? Il via alle 15

31 lug 2022
leo turrini
Sport
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell
Carlos Sainz, 27 anni, con Charles Leclerc: lo spagnolo ha vinto quest’anno il suo primo e finora unico Gran Premio a Silverstone, oggi partirà di fianco a Russell

di Leo Turrini

Tanto di cappello a George Russell! Forse non è un caso che sia stato lui, presunto gregario di Lewis Hamilton!, a riportare la Mercedes in pole position dopo quasi un anno. Il ragazzo britannico è un talento purissimo, ieri a Budapest ha fatto un giro da urlo. Con lui la Formula Uno ha trovato un nuovo simbolo della generazione Play Station. Ed è una buona cosa.

LA CHANCE. Tutto ciò premesso, in Ungheria alla Ferrari si presenta una grande occasione. Da sfruttare assolutamente, perché non accadrà tanto spesso di vedere una Red Bull così malconcia.

Per capirci. La Rossa ha occupato la prima fila con Carlitos Sainz e ha collocato Carletto Leclerc in terza posizione.

Tutto questo in coincidenza con il crack dei Bibitari. Il messicano Perez nemmeno è entrato nella Top Ten. Quanto a Verstappen…

IN CRISI. Al campione del mondo è capitato di avere problemi con il motore. Nella fase decisiva delle qualifiche, l’olandese non riusciva proprio a spingere, tanto che è stato costretto ad accontentarsi di un modesto 10º posto. "No power" la frase ripetuta disperatamente al team radio da parte del campione del mondo. "Sarà difficile rimontare" ha detto Max alla fine "ma la Formula 1 quest’anno ha dimostrato che tutto può succedere". In Red Bull nell’immediato hanno escluso di pensare ad una sostituzione del propulsore, attribuendo i problemi alla batteria, ma per il detentore del titolo la domenica non nasce sotto buoni auspici.

LE PAROLE. Dunque, a dispetto di una pole perduta per una manciata di millesimi, della sera della vigilia l’atmosfera in casa Ferrari era incoraggiante. "Sapevamo che presto o tardi Mercedes si sarebbe inserita nella lotta - ha spiegato Laurent Mekies, il direttore sportivo del Cavallino -. Ma siamo in una buona situazione, dovremo solo cercare di ottimizzare la prestazione".

Leclerc andrà al via con una punta di rammarico: "In prova non ho capito il rendimento delle gomme, ma per la gara sono fiducioso". E Sainz, che è stato più veloce del compagno, non si tira indietro: "Vedremo che meteo troveremo, ma la nostra macchina e’ competitiva in qualunque circostanza… ".

IL GP. La corsa in Ungheria scatta alle 15. Diretta Sky. Buona domenica e già che ci siamo forza Ferrari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?