Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 giu 2022

Sainz, adelante: è l’ora giusta per l’impresa

Montreal, pole Verstappen: Carlos terzo deve cercare di togliergli punti con Leclerc in ultima fila per il cambio motore. Super Alonso: 2°

19 giu 2022
leo turrini
Sport
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc
Carlos Sainz, 27 anni. In questa stagione due secondi e due terzi posti ma anche tre ritiri; in quella passata fu quinto nel mondiale precedendo il compagno Charles Leclerc

di Leo Turrini

C’è uno spagnolo in prima fila fila. Ma non è Sainz, bensì il veterano Alonso. In Canada là pole è di Verstappen, con Leclerc confinato in coda per cambio del motore. Grande sesto posto per Mick Schumacher.

Eppure, questa potrebbe essere la domenica di Sainz. Meglio: deve essere la domenica di Carlitos. A Montreal in gara oggi non pioverà (diretta Sky dalle 20) e la Ferrari è comunque meglio della Alpine Renault di Fernando.

Tocca a Sainz, sì. Non foss’altro perché stavolta è sua l’unica Ferrari che può puntare a qualcosa di importante sul tracciato dedicato a Gilles Villeneuve.

La ragione è presto detta. La necessità di intervenire sul motore della sua macchina ha confinato Carletto Leclerc nelle retrovie della griglia di partenza. Ultima fila per lui, purtroppo. Il monegasco è un Fenomeno, ma già immaginarlo nei paraggi del podio suona eccessivo. Nella migliore delle ipotesi, potrà limitare i danni…

Insomma, forza Sainz. Fin qui lo spagnolo ha sofferto molto la coabitazione con Carletto. Non sul piano umano, i due hanno una bella relazione e collaborano serenamente a livello tecnico. Ma Leclerc, fino a Baku, è stato sempre più veloce del compagno di squadra. Sia in qualifica che in gara. E certe cose pesano.

Tra sfortune, rotture ed errori, perché ci sono stati pure quelli, uno anche ieri in qualifica!, Sainz non ha comunque perso la fiducia. La Ferrari giustamente gli ha prolungato il contratto fino a tutto il 2024. Proprio per evitare equivoci e azzerare i sospetti.

"Io debbo ancora adattarmi perfettamente alla macchina – ha ripetuto Carlitos alla vigilia della gara di Montreal – Ma le cose stanno migliorando".

E fin qui ci siamo. Alla dichiarazione di buoni propositi bisogna ovviamente aggiungere un dettaglio tutt’altro che irrilevante: Carlos Sainz è ancora alla ricerca della vittoria numero uno in carriera. Rischia di diventare una ossessione…

La griglia di partenza: prima fila 1) Verstappen (Red Bull) 1.21.299; 2) Alonso (Alpine) +0.635; seconda fila 3) Sainz (Ferrari) +0.797; 4) Hamilton (Mercedes) +1.592; terza fila 5) Magnussen (Haas) +1.661; 6) Schumacher (Haas) +2.057; quarta fila 7) Ocon (AlphaTauri) +2.231; 8) Russell (Mercedes) +2.258; quinta fila 9) Ricciardo (McLaren) +2.450; 10) Zhou (Alfa R.) +2.731; ultima fila 19) Leclerc (Ferrari); 20) Tsunoda (AlphaTauri)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?