Il Congresso mondiale di World Athletics, la federazione internazionale di atletica leggera, ha deciso di mantenere la sospensione della Russia, attiva dal 2015, per aver istituito un sistema di doping istituzionalizzato, nonostante i "progressi adottati nell’ultimo periodo". La federazione guidata da Sebastian Coe si è adeguata alla raccomandazione espressa dalla task force istituita per giudicare il percorso della Russia nella lotta al doping. Gli atleti russi possono comunque continuare a gareggiare sotto bandiera neutrale.