Due file di gomme davanti al guard rail che poteva uccidere Romain Grosjean, ieri al paddock per salutare tutti gli amici del Circus. Su sollecitazione della Fia, gli organizzatori del Bahrain sono intervenuti. Oggi (diretta Sky alle 14,30 e 18,30) sulla versione alternativa del circuito nel deserto scattano le prove libere del Gp-bis. Che somiglierà poco all’evento di domenica scorsa: la replica propone un percorso di poco superiore ai 3 chilometri. Un giro durerà meno di un minuto, un record nella storia della F1!!

L’intruso. Da oggi, comunque, tutti gli occhi saranno puntati su George Russell. Cui il Covid, mettendo ko Hamilton, offre un’opportunità senza precedenti. Molto bravo al volante della Williams, ma con zero punti in carriera, il giovane britannico cala nell’abitacolo di quella che è la monoposto più vincente di tutti i tempi.

La Mercedes. Se Russell fosse subito competitivo al massimo livello, la supremazia schiacciante della Freccia Nera verrebbe sublimata. Magari con qualche... indiretto danno collaterale per l’immagine di Hamilton.

La Rossa. Difficile aspettarsi buone cose dalla Ferrari. L’ultimo week end è stato disastroso e non si capisce come la SF 1000, per fortuna prossima alla pensione!, possa offrire una prestazione migliore su una pista velocissima. La pole del Gp di Sakhir viene assegnata domani dalle 18 alle 19.

L.T.