Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sul podio all’Estoril nel Mondiale 2008
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sul podio all’Estoril nel Mondiale 2008
di Riccardo Galli Alzi la mano chi, magari appena qualche mese fa, era pronto a scommettere su questo abbraccio, su impensabili pacche sulle spalle, su questo ritrovarsi al parcogiochi del Ranch per una due giorni che profuma di festa fra amici. No, di mani alzate non ce ne sono (ovviamente), perchè nessuno avrebbe mai immaginato che Jorge e Lorenzo e Valentino Rossi sarebbero corsi a stringersi la mano, a sorridersi e a divertirsi insieme. Come non hanno mai fatto. I tempi del muro per non vedersi nel box...

di Riccardo Galli

Alzi la mano chi, magari appena qualche mese fa, era pronto a scommettere su questo abbraccio, su impensabili pacche sulle spalle, su questo ritrovarsi al parcogiochi del Ranch per una due giorni che profuma di festa fra amici. No, di mani alzate non ce ne sono (ovviamente), perchè nessuno avrebbe mai immaginato che Jorge e Lorenzo e Valentino Rossi sarebbero corsi a stringersi la mano, a sorridersi e a divertirsi insieme. Come non hanno mai fatto.

I tempi del muro per non vedersi nel box Yamaha? Quelli del ’biscotto’ tutto spagnolo (Marquez-Jorge) per distruggere la stagione 2015 e il morale di Rossi? Acqua passata, evidentemente. Rancori e vendettine postume? Niente di niente, un bel macigno sopra e d’improvviso accanto. Da buoni amici. Bella la storia che Valentino ha confezionato coinvolgendo Lorenzo nella "100 km dei Campioni" e riaccendendo così un’amicizia che le sfide, le rincorse mondiali e i tanti duelli in pista (e sopratutto a parole e frecciate) avevano sfilacciato del tutto.

Così il messaggio che Jorge ha lanciato a Rossi via Instagram profuma di rapporto sincero. "Grazie per l’invito Vale, sei un grande", quasi grida con entusiasmo Lorenzo che, diciamolo, non si aspettava un abbraccio così forte da parte dell’ex nemico. "E’ una figata essere alla ’100 km dei Campioni’ – sono ancora parole dello spagnolo –. E’ un sogno correre su quella pista e sono sicuro ci divertiremo un sacco".

Tutto questo senza dimenticare che il Ranch, appunto quella pista, sognata da Jorge, è la casa di Valentino e che quindi Vale ha voluto che Jorge fosse presente alla festa alla quale sono invitati sì tanti altri piloti, piloti che però, nell’occasione sono sopratutto amici di Rossi. E fra loro, dunque, oggi si presenterà anche Lorenzo che poi farà di tutto per essere subito fra i migliori protagonisti della gara che ogni anno segna l’inizio delle vacanze per Valentino.

Vacanze che questa volta non coincideranno solo con la sosta invernale della MotoGp, ma con l’inizio della sua... pensione. Rossi infatti dopo l’addio alle corse (in moto), la "100 km" gli ultimi appuntamenti istituzionali con Yamaha, chiuderà la porta del Motomondiale per aprire quella delle corse (in auto) nel campionato Gt. E chissà se proprio questa scelta non sia stata la scintilla per ricostruire l’amicizia con Lorenzo. Già, perché anche Jorge nel 2022 indosserà casco e tuta per sedersi nell’abitacolo di una supercar. Jorge parteciperà molto probabilmente alla Porsche Cup, Valentino invece difenderà il rosso della Ferrari. E se ci sarà l’occasione di un duello a quattro ruote...