Riccardo Galli

Quanto successo al Mugello (e non parliamo del dramma della Moto3) è un pessimo segnale per la MotoGp targata Italia. Lo score dei risultati, dei piazzamenti, è impietoso e la caduta di Bagnaia un paio di minuti dopo il semaforo verde serve quasi - ce lo perdonerà Pecco - a far scattare l’allarme su quello che ci dovremo aspettare in un futuro nemmeno troppo lontano dal motociclismo tricolore. La scuola azzurra, le emozioni di Valentino e i sogni dei suoi eredi non ci sono più.

Segue all’interno